10 potenti idee per la costruzione della comunità

 10 potenti idee per la costruzione della comunità

Leslie Miller

Gli insegnanti sanno da tempo che sentirsi sicuri a scuola aiuta gli studenti a concentrarsi sull'apprendimento e la ricerca lo conferma: uno studio del 2018 ha rilevato che quando gli insegnanti promuovono deliberatamente un senso di appartenenza salutando ogni studente all'ingresso della classe, si registrano "miglioramenti significativi nel tempo di impegno accademico e riduzioni dei comportamenti di disturbo".

Edutopia si è occupato di questo studio l'anno scorso e abbiamo condiviso molte altre idee degli insegnanti per garantire che ogni studente in classe si senta a casa propria.

Alcune delle attività qui di seguito richiedono meno di cinque minuti e sono suddivise tra i vari gradi, ma molte possono essere applicate a tutti gli anni, dalla scuola materna al 12° anno.

Scuola elementare

Shout-Out: Questo è un modo rapido per festeggiare gli studenti che hanno fatto un buon lavoro o che si sono cimentati in qualcosa di difficile. Gli shout-out possono essere incorporati in qualsiasi momento della lezione. L'insegnante di prima elementare Valerie Gallagher di Providence, Rhode Island, suona un campanello quando vuole attirare l'attenzione della classe per chiedere chi ha un shout-out.

"Non sono solo io come insegnante a dire: 'Stai andando bene', ma è un modo per farli interagire tra loro e celebrare la positività", dice Gallagher.

video

Il venerdì dell'amicizia: Elizabeth Peterson, insegnante di quarta elementare ad Amesbury, Massachusetts, usa i Friendly Fridays come un modo semplice per gli studenti di sollevare gli altri e se stessi. Peterson fa scrivere ai suoi studenti un biglietto amichevole e anonimo a un compagno di classe, si esercita a usare un discorso positivo su di sé o usa la narrazione per fare un discorso di incoraggiamento a un compagno.

Guarda anche: 5 efficaci strategie di modellazione per gli studenti inglesi

Condividere atti di gentilezza: L'insegnante di quinta elementare Marissa King, di Tulsa, Oklahoma, condivide due attività che incoraggiano la gentilezza. Nella prima, l'insegnante dà agli studenti istruzioni segrete sulla gentilezza, come scrivere un biglietto anonimo a un compagno che ha difficoltà in una delle loro classi.

La seconda attività si basa sul notare gli atti di gentilezza degli altri: quando uno studente vede un compagno che mette in ordine in classe, ad esempio, può pubblicare un biglietto di ringraziamento su una "bacheca della gentilezza" digitale condivisa. Entrambe le attività allenano gli studenti a essere gentili con i loro compagni, nella speranza che inizino a praticare la gentilezza senza essere sollecitati.

Scuola media

Tweets di carta: Per creare una comunità nella sua classe di seconda media, Jill Fletcher della Kapolei Middle School di Kapolei, Hawaii, ha creato una bacheca modellata su Twitter. Gli studenti usano un modello per creare un profilo e arruolano almeno tre follower: un amico, un conoscente e qualcuno con cui non interagiscono molto.

Chiudi modale Per gentile concessione di Jill Fletcher Una simulazione di un profilo Twitter di classe Per gentile concessione di Jill Fletcher Una simulazione di un profilo Twitter di classe

Quando la classe svolge questa attività - che richiede circa 45 minuti per essere messa a punto la prima volta - Fletcher fa in modo che i ragazzi rispondano a delle richieste sul loro stato d'animo attuale o su cose nuove che stanno accadendo nella loro vita, e poi i loro follower rispondano.

Norme di classe: Bobby Shaddox, insegnante di studi sociali di seconda media alla King Middle School di Portland, nel Maine, fa sviluppare ai suoi studenti una serie di norme per loro stessi, ovvero di aggettivi che li descrivono come una comunità di studenti. Far sì che gli studenti elaborino le proprie norme crea "un percorso di appartenenza per ogni singolo studente della classe", afferma la dottoressa Pamela Cantor, fondatrice di Turnaround for Children.

"Invece di un elenco di regole dall'alto verso il basso che un insegnante dà alla classe, queste sono parole che abbiamo generato insieme", dice Shaddox, "e ci aiutano ad avere il controllo del comportamento in classe".

video

Saluti di gruppo: Un momento condiviso tra due o più studenti all'inizio o alla fine di un'attività, il saluto di gruppo è un'interazione promossa dall'insegnante che rappresenta un modo rapido e a bassa preparazione per coltivare la comunità. Il gesto condiviso può essere fisico, come un cinque, o sociale: l'insegnante può chiedere agli studenti di esprimere gratitudine ai membri del loro gruppo.

Ci sono alcuni dati interessanti a sostegno di questa idea: i ricercatori hanno scoperto che le squadre dell'NBA i cui giocatori si toccano di più all'inizio della stagione, con saluti, pugni e così via, hanno ottenuto i migliori risultati nel prosieguo della stagione.

Scuola superiore

Incontri mattutini: Le riunioni mattutine sono da tempo un punto fermo delle classi elementari, ma possono aiutare gli studenti di tutti i gradi a entrare in classe. La Riverside School, una scuola di Ahmedabad, in India, che va dall'infanzia alla dodicesima elementare, utilizza una versione delle riunioni mattutine a tutti i livelli come "puro momento di costruzione di relazioni".discussioni su argomenti delicati come il bullismo.

video

Apprezzamento, scuse, Aha: Come rapida attività di chiusura giornaliera, gli studenti si riuniscono in cerchio e condividono un apprezzamento nei confronti di un loro compagno, una scusa o un momento di illuminazione. L'insegnante modella l'attività condividendola e poi chiede a dei volontari di intervenire.

"Questi tipi di apprezzamenti e riconoscimenti comunitari possono contribuire a creare legami", spiega Aukeem Ballard, educatore della Summit Public Schools nella Bay Area di San Francisco.

video

Rosa e Spina: All'inizio della lezione, l'insegnante e gli studenti condividono a turno una rosa (qualcosa di positivo) e una spina (qualcosa di negativo). Il processo dura circa cinque minuti.

"Una spina a basso impatto potrebbe essere 'Mi sento stanco', ma molti studenti scelgono di condividere elementi più personali, come 'La mia spina è che il mio cane è malato e sono molto preoccupato per lei'", scrive Alex Shevrin Venet, ex dirigente scolastico di una scuola superiore che si occupa di trauma.

Lancio di palle di neve: Gli studenti scrivono anonimamente uno dei loro fattori di stress su un foglio di carta, lo accartocciano, si riuniscono in cerchio e si lanciano le palle di carta in una finta battaglia a palle di neve. Al termine, prendono una palla di neve e la leggono ad alta voce.

"L'idea è che ci muoviamo, possiamo divertirci, ridere, urlare, essere rumorosi e poi discutere di stress", dice Marcus Moore, consulente della Urban Prep School di Chicago.

Guarda anche: Come Maslow prima di Bloom, per tutto il giorno video

Leslie Miller

Leslie Miller è un'educatrice esperta con oltre 15 anni di esperienza di insegnamento professionale nel campo dell'istruzione. Laureata in Pedagogia, ha insegnato nelle scuole elementari e medie. Leslie è una sostenitrice dell'utilizzo di pratiche basate sull'evidenza nell'istruzione e ama ricercare e implementare nuovi metodi di insegnamento. Crede che ogni bambino meriti un'istruzione di qualità ed è appassionata di trovare modi efficaci per aiutare gli studenti ad avere successo. Nel tempo libero, Leslie ama fare escursioni, leggere e trascorrere del tempo con la famiglia e gli animali domestici.