6 modi intelligenti per portare il potere della musica in classe

 6 modi intelligenti per portare il potere della musica in classe

Leslie Miller

Quando gli insegnanti integrano strategicamente la musica nelle loro lezioni, può essere un modo solido e creativo per coinvolgere gli studenti e arricchire i contenuti. Gli studenti sono "affascinati" dalla musica dall'asilo fino alle scuole superiori, secondo le parole dell'insegnante Larry Ferlazzo, che recentemente ha chiesto a 10 educatori come hanno portato la musica nelle loro classi in una serie di due parti per Education Week. Utilizzando musica popolare ocanzoni, melodie o testi avvincenti per sostenere le lezioni accademiche in tutti i programmi di studio, dalle scienze alla matematica, alla psicologia e alla storia, sta attingendo a una potente e universale attrazione umana per la musica.

Decenni di ricerche hanno stabilito che quando gli studenti accedono a più di un sistema sensoriale quando si confrontano con nuove informazioni - un processo spesso chiamato "apprendimento multimodale" - apprendono i materiali in modo più approfondito. Collegare una musica o una canzone a un compito prevalentemente visivo, in altre parole, migliora l'apprendimento aggiungendo un ricco canale uditivo.

Ma la musica prepara il cervello anche per una gamma molto più ampia di importanti compiti cognitivi. Nel 2016, ad esempio, i ricercatori dell'Università di Washington hanno concluso che i bambini piccoli che ascoltavano con attenzione le melodie diventavano più sensibili ai ritmi del linguaggio parlato e miglioravano anche le loro capacità di concentrazione. E secondo uno studio del 2019 della Johns Hopkins University, quando gli insegnanti usano unaL'approccio integrato con le arti all'insegnamento dei contenuti scientifici, ad esempio, si è rivelato altrettanto efficace - e in alcuni casi migliore - dei metodi di insegnamento convenzionali nell'aiutare gli studenti a trattenere i contenuti.

Al di là degli aspetti accademici, la musica può anche modificare in meglio la cultura di una scuola, ad esempio stimolando conversazioni improvvisate tra compagni e tra studenti e insegnanti, o fornendo una tregua rilassante dallo stress di una giornata scolastica piena di impegni. Quando gli insegnanti portano la musica a scuola anche in questi semplici modi, essa può "avere un impatto sulle emozioni, sulla motivazione, sugli atteggiamenti e sul senso di connessione dei nostri studenti",eppure spesso non riusciamo a usarla a nostro vantaggio", afferma Alycia Owen, insegnante e instructional coach.

Ecco sei strategie per integrare la musica nel vostro programma o direttamente nelle vostre lezioni, senza bisogno di una formazione musicale formale.

Rendere la matematica memorabile

Quando l'insegnante di matematica della scuola media Dennis Griffin Jr. voleva che i suoi studenti dimostrassero il loro apprendimento matematico in una valutazione cumulativa, ha assegnato un progetto musicale.

Lavorando da soli o in gruppo, gli studenti potevano selezionare un brano strumentale a loro scelta, e poi scrivere un testo di accompagnamento che contenesse da 10 a 12 parole del vocabolario matematico delle lezioni di quell'anno. Il prodotto finale era un'esibizione di fronte ai compagni di classe. "Ancora oggi, quando incontro i miei ex studenti, spesso mi chiedono se ho ancora le registrazioni delle loro canzoni", scrive Griffin.Jr., ora preside della Brown Deer Elementary School nel Wisconsin, "sono sempre stupito perché sono ancora in grado di recitarmi le loro canzoni dopo più di 10 anni". Il processo di ideazione e scrittura dei testi delle canzoni, e poi la loro esecuzione di fronte a un pubblico di coetanei che li sostiene, ha fatto sì che questi importanti concetti matematici venissero assimilati in modo duraturo.

Esplorare il contesto delle canzoni storiche

La musica può dare vita a materie come la storia e la psicologia, scrive Denise Fawcett Facey, insegnante e autrice di L'aiutante di studi sociali In una classe di storia degli Stati Uniti, ad esempio, l'autrice osserva che "la musica può evocare le emozioni, la sensibilità, i valori e le questioni sociali di un'epoca passata, favorendo le discussioni e fornendo approfondimenti su quella società"; la riproduzione delle canzoni usate da Harriet Tubman come codice per comunicare con gli schiavi in fuga può aiutare i ragazzi a riflettere e a discutere "i modi in cui la musica era così integrata nella vita quotidiana degli schiavi da renderla un'arma di distruzione di massa".Non si notavano i proprietari di schiavi quando venivano usati come codice". Chiedendo agli studenti di decifrare il codice nascosto nei testi - Fawcett Facey cita canzoni come Rubare via , Guadare l'acqua , e Dolce carrozza -Aiuta a coinvolgere i bambini nei contenuti storici.

Guarda anche: Celebrare la diversità culturale della scuola

Un insegnante di storia delle scuole superiori, scrive l'ex insegnante Jen Schwanke, preside a Dublin, Ohio, ha reimmaginato le canzoni popolari come documenti storici primari - nota che ci sono centinaia di canzoni che vanno bene per questo tipo di unità, da John Denver Sentiero delle lacrime ai Led Zeppelin Quando l'argine si ruppe -E ha chiesto ai suoi studenti di "decostruire il testo e il messaggio di particolari canzoni e di offrire una prospettiva storica dietro le parole".

Guarda anche: Anche i ragazzi più grandi dovrebbero avere tempo per leggere in classe

Usare i testi delle canzoni per insegnare la poesia

Nella classe di inglese di Schwanke, la musica ha avuto un ruolo centrale: "Mi piaceva mostrare agli studenti come la musica e i testi personificano il nostro uso del linguaggio: leggere, scrivere, ascoltare, raccontare e comprendere le esperienze degli altri", scrive Schwanke. "Ho usato le canzoni per insegnare tutti i tipi di concetti dei miei standard, tra cui le convenzioni [letterarie], le figure del discorso, la connotazione, il climax, la rima e il genere".

Per aiutare i suoi studenti ad acquisire una comprensione più profonda di "stile, tono e scopo", ad esempio, Schwanke si è spesso rivolta a poesie e canzoni: "Abbiamo parlato di come una poesia possa contenere tutti gli elementi di una storia tradizionale e di come la nostra interpretazione - il nostro rapporto e la nostra connessione con il pezzo - possa a volte risultare più facile in una canzone che in una storia o in una poesia tradizionale".

Quando alcuni dei suoi studenti si sentivano nervosi all'idea di creare le proprie poesie, Schwanke dice che l'assegnazione di esercizi di scrittura di canzoni per iniziare ha rotto il ghiaccio: "Gli studenti spesso avevano paura di scrivere una poesia a sé stante, ma la paura scompariva quando dicevano a se stessi che stavano scrivendo una canzone", dice Schwanke, "Era un semplice trucco mentale che capovolgeva la loro narrazione interna: 'Posso essere un autore di canzoni'". Molti di loro hanno spiccato il volo,con ritmo e melodia, e li ha portati in luoghi che non si aspettavano".

Utilizzare la musica per sottolineare uno stato d'animo o un periodo di tempo

Considerate la possibilità di esaminare lo stato d'animo di una poesia o di un argomento che state studiando, chiedendo agli studenti di trovare la propria musica che corrisponda a quello stato d'animo. Per un'unità su Edgar Allen Poe, ad esempio, Thriller di Michael Jackson "crea un'energia divertente con un pizzico di macabro", scrive la Owen, instructional coach, mentre per una lezione sugli oceani suggerisce Sotto il mare di Samuel Wright, che è "leggero e vivace, e gli studenti di tutte le età saranno probabilmente in grado di cantare".

Owen suggerisce di utilizzare la musica per evidenziare un punto della storia, creando "un'esperienza di classe più coinvolgente che riflette il periodo in cui è ambientato il contenuto della lezione", scrive. Ad esempio, Irving Berlin's Il lusso del Ritz quando gli studenti leggono Il Grande Gatsby .

La musica può essere particolarmente efficace per insegnare concetti come la sensazione e la percezione, scrive Fawcett Facey, o per illustrare le proprietà del suono: frequenza, ampiezza, complessità. "Qualcosa di elementare come suonare una varietà di generi musicali sottolinea che la stessa sensazione (l'udito) produce percezioni diverse, persino opposte, di ciò che si ascolta", osserva.

Riproduzione di musica per segnalare le transizioni in classe

All'American International School of Guangzhou, in Cina, gli studenti e il personale sanno che è l'ora della prima ora quando la musica passa attraverso il sistema di amplificazione della scuola. Le canzoni sono selezionate da insegnanti e studenti, rendendo la "playlist eclettica" un "rituale comunitario che è utile e divertente", nonché un "vero riflesso e una celebrazione della diversità della nostra scuola", scrive Owen, responsabile dell'istruzione.allenatore e presidente del dipartimento EAL della scuola.

Nelle classi elementari, i suggerimenti musicali possono essere usati per attirare l'attenzione degli studenti e segnalare i momenti di transizione: "Battere le mani è un modello ritmico che i bambini imitano; usare segnali musicali per altre azioni ricorrenti - un triangolo per l'ora di pranzo, un modello melodico su barre di tono per la fine della lettura silenziosa", scrivono gli autori del libro "La musica è un'altra cosa". Musica per insegnanti di scuola elementare .

Per segnalare ai suoi alunni della scuola materna che la giornata scolastica sta per finire, l'insegnante Sara Lev ama suonare una canzone d'addio. È solo uno dei modi in cui le piace infondere la musica nella giornata dei suoi alunni - è anche una fan della musica per le pause di movimento e dell'uso della musica per le indicazioni di transizione - ma è una tecnica efficace che usa per aiutare i suoi alunni a passare dalla modalità scolastica a quella della vita quotidiana.il resto della giornata.

Il ritmo di una migliore cultura d'aula

Chiedere informazioni sui gusti musicali degli studenti è un ottimo modo per conoscerli, dice Owen, che nei primi giorni di lezione inserisce una domanda sulle canzoni preferite degli studenti, mescolata ad altre domande sui loro interessi. Questo "fornisce una piattaforma per tutto, dalle future conversazioni casuali alle intuizioni su quali risorse utilizzare per una lezione futura", scrive Owen.

Rachelle Dene Poth, insegnante di spagnolo e STEM in una scuola superiore di Pittsburgh, sostiene che la musica può essere uno strumento di conversazione e di costruzione di relazioni. Le piace creare una playlist, mescolando le sue scelte e quelle degli studenti, una pratica che ha scoperto essere in grado di "attirare gli studenti che passano in corridoio, darti la possibilità di incontrare altri studenti e di solito puoi vedere il loro umore cambiare, un sorriso e solo un'impressione di sicurezza".È anche un modo semplice per entrare in contatto con i ragazzi e approfondire i rapporti: "Si scoprono molte cose che si hanno in comune e che interessano agli studenti, su cui si può investire qualche minuto".

Leslie Miller

Leslie Miller è un'educatrice esperta con oltre 15 anni di esperienza di insegnamento professionale nel campo dell'istruzione. Laureata in Pedagogia, ha insegnato nelle scuole elementari e medie. Leslie è una sostenitrice dell'utilizzo di pratiche basate sull'evidenza nell'istruzione e ama ricercare e implementare nuovi metodi di insegnamento. Crede che ogni bambino meriti un'istruzione di qualità ed è appassionata di trovare modi efficaci per aiutare gli studenti ad avere successo. Nel tempo libero, Leslie ama fare escursioni, leggere e trascorrere del tempo con la famiglia e gli animali domestici.