Aiutare gli studenti ad affinare le loro capacità di pensiero critico

 Aiutare gli studenti ad affinare le loro capacità di pensiero critico

Leslie Miller

Le capacità di pensiero critico sono importanti in ogni disciplina, a scuola e non solo: dalla gestione del denaro alla scelta dei candidati da votare alle elezioni, fino alle difficili scelte professionali, gli studenti devono essere preparati a recepire, sintetizzare e agire sulla base di nuove informazioni in un mondo in continua evoluzione.

Sebbene il pensiero critico possa sembrare un'idea astratta e difficile da insegnare direttamente, esistono molti modi coinvolgenti per aiutare gli studenti a rafforzare queste abilità attraverso l'apprendimento attivo.

Dedicare tempo alla riflessione metacognitiva

Creare uno spazio per gli studenti per riflettere sulle loro idee e per discutere il potere di farlo. Mostrare agli studenti come possono fare un passo indietro rispetto al loro pensiero per analizzare e mettere in discussione i loro presupposti. Gli studenti potrebbero chiedersi: "Perché questa è la risposta migliore? Quali informazioni supportano la mia risposta? Cosa potrebbe dire qualcuno con una controargomentazione?".

Grazie a questa riflessione, gli studenti e gli insegnanti (che possono dare l'esempio di come si riflette sul proprio pensiero) acquisiscono una comprensione più profonda delle loro idee e fanno un lavoro migliore nell'articolare le loro convinzioni. In un mondo che va e viene, è importante aiutare gli studenti a capire che è giusto prendere fiato e pensare alle loro idee prima di esporle al mondo. E prendersi del tempo per la riflessione ci aiutaconsiderare con maggiore attenzione anche le idee degli altri.

Insegnare le capacità di ragionamento

L'abilità di ragionamento è un'altra componente chiave del pensiero critico e implica la capacità di pensare in modo logico, valutare le prove, identificare le ipotesi e analizzare le argomentazioni. Gli studenti che imparano a usare l'abilità di ragionamento saranno meglio equipaggiati per prendere decisioni informate, formare e difendere opinioni e risolvere problemi.

Guarda anche: Il potere degli incarichi di scrittura brevi

Un modo per insegnare il ragionamento è quello di utilizzare attività di problem solving che richiedano agli studenti di applicare le loro abilità a contesti pratici. Ad esempio, si può dare agli studenti un problema reale da risolvere e chiedere loro di utilizzare le abilità di ragionamento per sviluppare una soluzione. Possono poi presentare la loro soluzione e difendere il loro ragionamento alla classe e impegnarsi in una discussione su se e come il loro pensiero sia cambiato quandoascoltare il punto di vista dei compagni.

Un ottimo esempio che ho visto è stato quello degli studenti che hanno identificato una parte della loro scuola sottoutilizzata e hanno creato una presentazione su un modo per riprogettarla. Questo progetto ha permesso agli studenti di sentirsi in sintonia con il problema e di proporre soluzioni creative che potrebbero aiutare gli altri a scuola. Per altri esempi, si può visitare Design Squad della PBS, una risorsa che dà vita al mondo reale.risoluzione dei problemi.

Fate domande aperte

Al di là della ripetizione dei fatti, il pensiero critico richiede che gli studenti prendano posizione e spieghino le loro convinzioni attraverso ricerche, prove e spiegazioni di credibilità.

Quando poniamo domande aperte, creiamo lo spazio per un discorso in classe che comprenda idee diverse, magari opposte, e che sia terreno per scambi ricchi che supportino il pensiero e l'analisi profondi.

Ad esempio, "Come affronteresti il problema?" e "Dove potresti cercare le risorse per affrontare questo problema?" sono due domande aperte che portano gli studenti a pensare meno alla risposta "giusta" e più alla varietà di soluzioni che potrebbero già esistere.

Il diario, sia digitale che su un quaderno, è un altro ottimo modo per far rispondere gli studenti a queste richieste aperte, dando loro il tempo di pensare e organizzare i propri pensieri prima di contribuire alla conversazione, in modo da garantire che vengano ascoltate più voci.

Una volta che gli studenti hanno elaborato il loro diario, le conversazioni in piccoli gruppi o nell'intera classe aiutano a dare vita alle loro idee. Scoprire le somiglianze tra le risposte aiuta a rivelare agli studenti che non sono soli, il che può incoraggiare la futura partecipazione a un discorso civile costruttivo.

Insegnare l'alfabetizzazione informativa

L'istruzione ha superato di gran lunga l'idea di "Fai attenzione a quello che c'è su Wikipedia, perché potrebbe non essere vero". Con le innovazioni dell'intelligenza artificiale che si fanno strada nelle classi, gli insegnanti sanno che i lettori informati devono mettere in discussione tutto.

Capire cosa è o non è una fonte affidabile e saper vagliare le informazioni sono abilità importanti che gli studenti devono costruire e utilizzare per prendere decisioni informate. Si potrebbe iniziare introducendo l'idea di pregiudizio: articoli, annunci, meme, video e ogni altra forma di media possono spingere un'agenda che gli studenti potrebbero non vedere in superficie. Discutere la credibilità, la soggettività e l'obiettività, eesaminare esempi e non esempi di informazioni attendibili per preparare gli studenti a essere membri ben informati di una democrazia.

Una delle mie lezioni preferite riguarda il polpo arboreo del Pacifico nord-occidentale. Questo progetto chiede agli studenti di esplorare quello che sembra essere un sito web molto reale che fornisce informazioni su questo animale presumibilmente in via di estinzione. È un esempio meraviglioso, anche se esagerato, di come qualcosa possa sembrare ufficiale anche quando non è vero, rivelando che abbiamo bisogno di un pensiero critico per scomporre i "fatti" e determinare ilvalidità delle informazioni che consumiamo.

Un'estensione divertente è quella di chiedere agli studenti di creare un proprio sito web o una newsletter su qualcosa che sta accadendo a scuola e che non è vero, ad esempio un cambiamento nel codice di abbigliamento che richiede a tutti di indossare i vestiti al rovescio o un cambiamento nel menu del pranzo che richiede agli studenti di mangiare cavoli di Bruxelles ogni giorno.

Dare agli studenti la possibilità di creare le proprie informazioni falsificate può aiutarli a identificarle meglio in altri contesti. Capire che le informazioni possono essere "troppo belle per essere vere" può aiutarli a identificare le falsità future.

Fornire prospettive diverse

Considerate come evitare che la classe diventi una camera d'eco: se gli studenti provengono dalla stessa comunità, possono avere prospettive simili, mentre chi ha prospettive diverse potrebbe non sentirsi a proprio agio nel condividerle di fronte a una maggioranza opposta.

Per sostenere i diversi punti di vista, portate in classe voci diverse il più possibile, soprattutto quando discutete di eventi attuali. Utilizzate fonti primarie: video da YouTube, saggi e articoli scritti da persone che hanno vissuto in prima persona gli eventi attuali, documentari che approfondiscono argomenti che richiedono alcune sfumature e qualsiasi altra risorsa che fornisca uno sguardo vario sugli argomenti.

Guarda anche: Come preparare il terreno per discussioni impegnative in classe

Mi piace usare la pagina dello Smithsonian "OurStory", che condivide un'ampia varietà di storie di persone negli Stati Uniti. La pagina sui campi di internamento dei giapponesi americani è molto efficace grazie alle prospettive in prima persona.

La pratica rende perfetti

Per rendere le strategie e le routine di pensiero di cui sopra una parte costante della vostra classe, diffondetele e costruitele nel corso dell'anno scolastico. Potreste sfidare gli studenti con informazioni e/o esempi che richiedano l'uso delle loro abilità di pensiero critico; inserire queste abilità in modo esplicito nelle lezioni, nei progetti, nelle rubriche e nelle autovalutazioni; o far esercitare gli studenti a identificare le abilità di pensiero critico e di pensiero.disinformazione o argomentazioni non supportate.

Il pensiero critico non si impara da soli: deve essere esplorato nelle arti linguistiche, negli studi sociali, nelle scienze, nell'educazione fisica e nella matematica. Ogni disciplina richiede agli studenti di esaminare attentamente qualcosa e di trovare la soluzione migliore. Spesso, queste abilità sono dati per scontati, considerati come un sottoprodotto di una buona istruzione, ma il vero pensiero critico non si ottiene per caso: richiede costanza e impegno.

In un momento in cui le informazioni e la disinformazione abbondano e gli studenti devono analizzare una marea di informazioni, è indispensabile sostenere e modellare il pensiero critico in classe per favorire lo sviluppo di cittadini ben informati.

Leslie Miller

Leslie Miller è un'educatrice esperta con oltre 15 anni di esperienza di insegnamento professionale nel campo dell'istruzione. Laureata in Pedagogia, ha insegnato nelle scuole elementari e medie. Leslie è una sostenitrice dell'utilizzo di pratiche basate sull'evidenza nell'istruzione e ama ricercare e implementare nuovi metodi di insegnamento. Crede che ogni bambino meriti un'istruzione di qualità ed è appassionata di trovare modi efficaci per aiutare gli studenti ad avere successo. Nel tempo libero, Leslie ama fare escursioni, leggere e trascorrere del tempo con la famiglia e gli animali domestici.