Come costruire una stazione per le mestruazioni nella vostra scuola

 Come costruire una stazione per le mestruazioni nella vostra scuola

Leslie Miller

Nel mondo ci sono 800 milioni di persone che hanno le mestruazioni in questo momento. Molte mestruatrici, soprattutto adolescenti, lottano contro la povertà mestruale, ovvero la mancanza di accesso alle forniture mestruali e all'istruzione. Quasi una studentessa su quattro ha avuto difficoltà ad avere accesso alle forniture mestruali durante l'ultimo anno scolastico e quasi l'80% ha perso delle ore di lezione o conosce qualcuno che ha perso delle ore di lezione.I dati sono chiari: avere accesso a prodotti mestruali puliti e gratuiti aiuta le mestruatrici a rimanere a scuola e a concentrarsi sull'apprendimento.

Guarda anche: Come i profili di apprendimento possono rafforzare l'insegnamento

Le scuole e gli insegnanti possono svolgere un ruolo importante nella lotta alla povertà di mestruazioni. Se uno studente entra in classe senza una matita, gliene fornisco una perché possa partecipare alle nostre attività di apprendimento. Possiamo adottare lo stesso atteggiamento nei confronti dei prodotti mestruali. In poche parole: i prodotti mestruali sono Come possiamo garantire che le mestruatrici in età scolare abbiano accesso ai prodotti quando ne hanno bisogno? La nostra soluzione è stata quella di costruire una "stazione per le mestruazioni" in classe, un luogo dove tutte le studentesse che ne hanno bisogno possono accedere gratuitamente ai prodotti per le mestruazioni.

Perché si dovrebbe costruire una stazione mestruale in classe

Non ho mai avuto l'intenzione di diventare l'insegnante delle mestruazioni, ma quando una studentessa è stata vittima di bullismo perché sanguinava attraverso i vestiti (come accade alle scuole medie), i miei studenti hanno voluto agire.

Ho incanalato l'energia dei miei studenti nella ricerca sulla povertà mestruale. Mentre esploravamo l'argomento, non ero preparata alle storie che i miei studenti mi hanno raccontato. Hanno ammesso di usare carta igienica, carta per cartelle, calzini, stracci e altri oggetti al posto di prodotti mestruali puliti. Recenti dati locali hanno rilevato che alcune studentesse ricorrono addirittura all'uso di foglie quando non sono disponibili prodotti mestruali gratuiti. Le mestruatrici mi raccontavanohanno apprezzato gli "assorbenti spessi" perché si potevano "strizzare per continuare a usarli".

Chiudi modale Per gentile concessione di Sarah Milianta-Laffin Per gentile concessione di Sarah Milianta-Laffin

Le mie studentesse hanno anche pensato che gli insegnanti credessero che usassero le mestruazioni come scusa per le pause al bagno durante le lezioni e che molti insegnanti non avessero compassione per il loro disagio mestruale. Quando condivido con gli insegnanti il nostro lavoro sull'equità mestruale, noto spesso che gli insegnanti si sentono a disagio. Penso che a volte gli insegnanti provino rammarico per non essersi resi conto di quanto sia grave la povertà mestruale.Tuttavia, gli insegnanti della mia scuola sono stati disposti a esporre apertamente i prodotti del periodo nelle loro classi dopo aver appreso della povertà del periodo.

Una volta appreso che le studentesse facevano cose potenzialmente dannose per la loro salute attuale e futura, non ho potuto fare a meno di agire. Per me, avere una postazione per le mestruazioni in classe è giustizia sociale o, più specificamente, giustizia riproduttiva.

Raccolta dei materiali per la stazione mestruale

La fornitura di prodotti per le mestruazioni costa da 5 a 7 dollari all'anno per studente. Molte scuole o classi che hanno costruito stazioni per le mestruazioni hanno chiesto finanziamenti alle organizzazioni dei genitori-insegnanti (PTO) per iniziare. Tuttavia, come insegnante veterana di scuola pubblica che ha insegnato solo in scuole con scarse risorse, non ho mai lavorato in un campus che avesse un PTO. Quest'anno abbiamo aggiornato il nostrostazione con l'aiuto di DonorsChoose, una piattaforma di crowdfunding per insegnanti.

Abbiamo rifornito la nostra postazione con diversi mezzi. I miei studenti hanno scelto di fare una raccolta di prodotti per rifornire la nostra postazione. Il Movimento PERIOD offre un'eccellente risorsa su come organizzare una raccolta di prodotti d'epoca nella vostra comunità. Facendo una raccolta all'anno abbiamo mantenuto la nostra scuola di 700 studenti per lo più rifornita di prodotti. Abbiamo ricevuto donazioni di prodotti d'epoca anche da parte di gruppi locali. PERIOD sarà anchespedire le forniture alla vostra scuola se ne fate richiesta.

Logistica dei kit di igiene mestruale

Il nostro carrello è dotato di ruote, in modo da poter essere spostato nell'area dei bagni principali durante il pranzo e la ricreazione, mentre in altri momenti è posizionato accanto alla porta d'ingresso della mia classe per facilitarne l'accesso. Ho anche collaborato con altri insegnanti per conservare i prodotti nelle loro aule, in modo che gli studenti non debbano fare molta strada per prenderli.

Chiudi modale Per gentile concessione di Sarah Milianta-Laffin Per gentile concessione di Sarah Milianta-Laffin

Poiché siamo una comunità isolana, la sostenibilità è sempre al centro della nostra attenzione. Abbiamo in magazzino assorbenti e tamponi, con la speranza di poter pensare, in futuro, ad assorbenti mestruali lavabili e ad altre opzioni più sostenibili. Sebbene alcune delle mie studentesse siano interessate alle coppette mestruali, anche le più coraggiose non si sentono ancora a proprio agio a lavare una coppetta mestruale di fronte ai loro compagni.

I nostri kit di cura sono composti da una varietà di prodotti leggeri, medi e pesanti, in modo che gli studenti possano avere a disposizione materiale per l'intero ciclo. Includiamo anche salviette monouso e gli studenti aggiungono nei kit note positive per incoraggiarsi a vicenda.

In due cassetti della postazione ci sono prodotti che permettono di riempire le buste. Invito gli studenti a venire a riempire le buste il venerdì, in modo da avere prodotti durante il fine settimana.

Guarda anche: Guida pratica alla pianificazione di una differenziazione intenzionale

Stigma per la fine del periodo

Far arrivare i rifornimenti alle studentesse che ne hanno bisogno e combattere lo stigma mestruale diventa una situazione da "uovo o gallina". Lo stigma c'è perché non ne parliamo, ma far conoscere i prodotti pubblicamente rende la conversazione più facile. È stato un processo.

Lo stigma potrebbe cambiare a livello nazionale: solo quest'anno, 37 Stati stanno deliberando una legislazione sulla povertà mestruale e cinque Stati richiedono che i prodotti mestruali siano forniti gratuitamente nelle scuole pubbliche. Dal 2019, i miei studenti stanno sostenendo proposte di legge per fornire prodotti mestruali gratuiti nelle scuole pubbliche delle Hawaii, nella speranza di diventare il sesto Stato.

Abbiamo anche visto dei risultati a livello locale: alcuni dei miei studenti hanno deciso che i bravi fidanzati portano nello zaino un pacchetto di mestruazioni per le loro fidanzate. È una cosa così piccola, ma devo credere che questi piccoli gesti ci avvicinino alla fine della vergogna e della stigmatizzazione delle mestruazioni per tutti gli studenti.

Se avete una stazione mestruale in classe, ci piacerebbe vederla. Condividetela con me su Twitter. Potete vedere il nostro lavoro legislativo sull'equità mestruale anche su Instagram.

Leslie Miller

Leslie Miller è un'educatrice esperta con oltre 15 anni di esperienza di insegnamento professionale nel campo dell'istruzione. Laureata in Pedagogia, ha insegnato nelle scuole elementari e medie. Leslie è una sostenitrice dell'utilizzo di pratiche basate sull'evidenza nell'istruzione e ama ricercare e implementare nuovi metodi di insegnamento. Crede che ogni bambino meriti un'istruzione di qualità ed è appassionata di trovare modi efficaci per aiutare gli studenti ad avere successo. Nel tempo libero, Leslie ama fare escursioni, leggere e trascorrere del tempo con la famiglia e gli animali domestici.