Come utilizzare le 5E nell'insegnamento della matematica a distanza

 Come utilizzare le 5E nell'insegnamento della matematica a distanza

Leslie Miller

Quest'anno il mio team di matematica ha sperimentato un modello didattico chiamato le 5E, sviluppato nel 1987 da un team del Biological Sciences Curriculum Study (BSCS). Le 5E - coinvolgere, esplorare, spiegare, elaborare e valutare - corrispondono al modello di risoluzione dei problemi utilizzato da scienziati e matematici per affrontare i problemi della vita reale: si impegnano con i materiali, esplorano le possibilità e si impegnano con i materiali.attraverso la sperimentazione, spiegare ed elaborare le loro osservazioni e valutare le loro nuove scoperte.

Guarda anche: Le passeggiate comunitarie creano legami di comprensione

Secondo il BSCS, gli educatori possono applicare le 5E a vari livelli di pianificazione, tra cui un programma annuale, un'unità o all'interno delle lezioni. Un vantaggio di questo approccio è l'opportunità che gli studenti hanno di costruire la propria comprensione di un nuovo concetto attraverso le fasi di coinvolgimento ed esplorazione, piuttosto che iniziare l'apprendimento con la spiegazione dell'insegnante.

Sebbene sia stato sviluppato per l'insegnamento delle scienze, il modello didattico delle 5E è utile anche per la matematica: gli insegnanti possono progettare unità che offrano agli studenti opportunità significative di sense-making.

La mia divisione scolastica ha iniziato l'anno scolastico con l'apprendimento a distanza in formati per lo più asincroni. Nel tentativo di aumentare l'equità e la collaborazione all'interno della divisione, sono stati formati dei team a livello di grado per condividere il lavoro di pianificazione tra 11 scuole elementari. Tutti i team, non solo gli insegnanti di scienze, sono stati sfidati a utilizzare il formato 5E come abbiamo pianificato. Quella che segue è una spiegazione di comeabbiamo applicato le 5E a un'unità di matematica di quinta elementare di due settimane sui numeri primi e composti.

Impegnarsi

In questa fase, gli insegnanti propongono una domanda, un oggetto o una situazione che focalizzi l'attenzione degli studenti e li aiuti ad attivare le conoscenze pregresse. In una lezione di matematica, potrebbe trattarsi di un discorso sui numeri legato a un compito che gli studenti stanno per affrontare, oppure di un'opportunità per notare e stupirsi.

close modal Per gentile concessione di Tracy Proffitt Gli studenti di quinta elementare che iniziano una lezione sui numeri primi e composti hanno registrato ciò che hanno notato su un'immagine di figure Lego. Per gentile concessione di Tracy Proffitt Gli studenti di quinta elementare che iniziano una lezione sui numeri primi e composti hanno registrato ciò che hanno notato su un'immagine di figure Lego.

La nostra unità sui primi e sui composti è iniziata con un'immagine di 17 figure Lego. Abbiamo chiesto agli studenti di registrare su Google Jamboard ciò che avevano notato e si erano chiesti. Tutte le risposte, matematiche e non, sono state accettate e incoraggiate a questo punto. Diversi studenti hanno sottolineato il numero dispari di figure perché questo era l'argomento delle lezioni della settimana precedente.

Esplorare

Una delle finalità della fase di esplorazione è quella di far vivere agli studenti un'esperienza condivisa a cui sia loro che gli insegnanti possano attingere in seguito per spiegare un nuovo concetto o una nuova abilità.

In una lezione di matematica faccia a faccia, gli insegnanti dovrebbero lasciar fare e permettere agli studenti di esplorare un compito ricco con manipolativi o altri modelli. Quando si esplorano i numeri primi e composti, agli studenti di quinta elementare viene chiesto di creare matrici con un numero diverso di oggetti. Per l'apprendimento a distanza, abbiamo cercato di simulare questa manipolazione fisica degli oggetti con clipart che gli studenti potevano trascinare e rilasciare su Google.Presentazione delle diapositive.

Spiegare

Si è tentati di pensare che questa sia la parte della lezione o dell'unità in cui l'insegnante spiega il concetto o l'abilità, ma il BSCS sottolinea che in realtà sono gli studenti a dover spiegare ciò che hanno osservato o imparato, mentre l'insegnante li supporta con un linguaggio formale, se necessario.

Il terzo giorno della nostra unità sui primi e sui composti, gli studenti hanno usato Flipgrid per spiegare ciò che avevano scoperto esplorando uno strumento online sulla divisibilità. Flipgrid si è rivelato una risorsa preziosa per studenti e insegnanti in questa fase del modello didattico delle 5E. Gli insegnanti hanno potuto registrare commenti video per chiarire le idee sbagliate e modellare un linguaggio matematico preciso per gli studenti.

Elaborare

La fase di elaborazione offre agli studenti la possibilità di estendere il loro pensiero e di trasferire le conoscenze acquisite a nuove situazioni. Questa è un'opportunità per gli studenti di risolvere le idee sbagliate, spesso attraverso la collaborazione quando si è di fronte. Durante l'apprendimento a distanza, i nostri insegnanti hanno fornito opportunità di collaborazione in modalità sincrona attraverso Zoom e asincrona attraverso Desmos.

Guarda anche: I benefici delle pause, comprovati dalla ricerca

I nostri responsabili di divisione hanno incoraggiato gli insegnanti a utilizzare questa fase dell'unità per estendere l'apprendimento agli studenti che sono pronti per una sfida maggiore e per fornire supporto agli studenti che non hanno ancora afferrato il concetto. Il nostro team di quinta elementare ha sviluppato una breve valutazione formativa e ha assegnato compiti differenziati tramite Google Classroom in base ai risultati. Alcuni studenti hanno applicato le loro nuoveLa conoscenza dei numeri primi e dei numeri composti è stata acquisita etichettando i numeri primi e i numeri composti in una collezione di foto interessanti e nelle proprie foto.

Altri hanno completato un problema di Open Middle su Google Slides per integrare il ragionamento e la risoluzione di problemi con la conoscenza dei numeri primi e composti. L'insegnante di quinta elementare Mekenzie Schmitt, che è al suo primo anno, ha notato che "la valutazione formativa di venerdì sembrava essere una buona indicazione del punto in cui gli studenti avevano bisogno di essere. La partecipazione a questa attività differenziata è stata più alta del solito.tutti gli studenti hanno portato a termine il compito loro assegnato, compresi gli studenti 'già pronti' che a volte si ritirano e gli studenti 'non ancora pronti' che a volte si bloccano".

Valutare

Nella fase finale, sia gli studenti che gli insegnanti valutano l'apprendimento degli studenti. La valutazione formativa dovrebbe, ovviamente, avvenire durante ogni fase, ma la valutazione sommativa è incorporata qui alla fine dell'unità.

Un modo in cui i nostri insegnanti hanno spinto gli studenti a valutare il proprio apprendimento è stato quello di ritornare su ciò che avevano notato e si erano chiesti sull'immagine delle figure Lego durante la fase di apprendimento. Abbiamo incoraggiato gli studenti a notare e a chiedersi di nuovo, questa volta cercando di applicare il nuovo vocabolario che avevano imparato.

Per gentile concessione di Tracy Proffitt Gli alunni di quinta hanno dimostrato la loro comprensione dei numeri primi e composti verso la fine dell'unità. Per gentile concessione di Tracy Proffitt Gli alunni di quinta hanno dimostrato la loro comprensione dei numeri primi e composti verso la fine dell'unità.

Gli studenti hanno lasciato note come quelle che si vedono nell'immagine qui sopra, che indicano vari livelli di comprensione a questo punto dell'unità. Il bello di porre una domanda aperta è che si scoprono molte più idee sbagliate rispetto a una domanda di base come "17 è primo o composto?".

I prossimi passi

Anche con i piani ben studiati e incentrati sullo studente che il nostro team ha sviluppato insieme, alcuni studenti hanno avuto difficoltà nell'unità principale e composita.

Ho riflettuto con l'insegnante del secondo anno Kaitlin Bost sull'uso delle nostre lezioni create in gruppo, descrivendo studenti che non si collegavano per completare i compiti, altri che saltavano direttamente al compito senza leggere le indicazioni e altri ancora che non avevano esperienza o non si sentivano a proprio agio con la lotta produttiva.

Ma Bost non si arrende: incontra gli studenti a tu per tu via Zoom per affrontare insieme a loro la lotta produttiva, pensa a come modificare i compiti in modo che gli studenti non perdano indicazioni importanti e festeggia i successi che i suoi studenti stanno ottenendo.

Sia che utilizziate le 5E o un altro modello didattico incentrato sullo studente nell'insegnamento della matematica a distanza, abbinate aspettative elevate per gli studenti con un sostegno adeguato e celebrate il senso matematico degli studenti in ogni occasione.

Leslie Miller

Leslie Miller è un'educatrice esperta con oltre 15 anni di esperienza di insegnamento professionale nel campo dell'istruzione. Laureata in Pedagogia, ha insegnato nelle scuole elementari e medie. Leslie è una sostenitrice dell'utilizzo di pratiche basate sull'evidenza nell'istruzione e ama ricercare e implementare nuovi metodi di insegnamento. Crede che ogni bambino meriti un'istruzione di qualità ed è appassionata di trovare modi efficaci per aiutare gli studenti ad avere successo. Nel tempo libero, Leslie ama fare escursioni, leggere e trascorrere del tempo con la famiglia e gli animali domestici.