Creare relazioni attraverso una gestione della classe attenta alle esigenze culturali

 Creare relazioni attraverso una gestione della classe attenta alle esigenze culturali

Leslie Miller

I problemi di comportamento a scuola hanno spesso origine al di fuori della classe. Per esempio, l'asma è la prima causa di assenteismo. Quando gli asmatici non riescono a dormire la notte, saltano le lezioni o arrivano a scuola così ubriachi di sonno e irritabili che si scatenano comportamenti dirompenti, che li fanno buttare fuori dalla classe. Di conseguenza, rimangono più indietro nei compiti, aumentando le difficoltà accademiche. Di piùsfoghi e ulteriori assenze dal lavoro.

La povertà e la razza accelerano il circolo vizioso. Rispetto a solo l'1% dei bambini bianchi, il 17% dei bambini neri soffre di asma perché gli afroamericani a basso reddito hanno maggiori probabilità di vivere in alloggi inadeguati e densi di allergeni. Inoltre, hanno meno accesso alla medicina preventiva. E questa è solo una delle cause del comportamento scorretto in classe.

Non date la colpa agli studenti asmatici, ai loro genitori o ai loro insegnanti, ma a un ecosistema brutale che presenta le seguenti iniquità:

  • "Gli studenti afroamericani hanno il 31% di probabilità in più di essere sospesi rispetto agli studenti bianchi", afferma Tony Fabelo, esperto di politiche di giustizia penale, "anche se nessuna prova supporta l'idea che gli studenti afroamericani si comportino male di più".
  • I giovani delle minoranze ricevono meno servizi e supporti rispetto ai loro coetanei bianchi.
  • "Sono più numerosi gli studenti neri con disabilità che vengono sospesi o espulsi da scuola rispetto agli studenti bianchi o ispanici".

La società paga un prezzo elevato per queste disuguaglianze. Secondo i dati rivelati in occasione di un simposio del Teachers College della Columbia University su "I costi sociali di un'istruzione inadeguata", gli studenti che abbandonano la scuola muoiono 9,2 anni prima rispetto a quelli che si diplomano e costano annualmente 4,5 miliardi di dollari in termini di imposte sul reddito e guadagni persi.

Cosa possono fare gli insegnanti per ridurre queste disuguaglianze?

Fate il test di competenza culturale

Le nostre percezioni e i nostri valori possono sembrare stabili, ma in realtà sono influenzati dalle forze sociali. Per esempio, potreste rimanere sorpresi dal modo in cui le diverse etnie rispondono a questa richiesta:

"Supponiamo che siate su una barca con vostra madre, il vostro coniuge e vostro figlio. All'improvviso, la barca comincia ad affondare. Decidete che potete salvare solo uno degli altri passeggeri. Chi salvate?".

Guarda anche: Insegnare agli studenti a conversare

Tra i cittadini statunitensi che rispondono alla domanda, il 60% decide di salvare il proprio coniuge e il 40% i propri figli. Al contrario, le popolazioni asiatiche affermano che salverebbero le proprie madri quasi il 100% delle volte, perché si possono generare più figli e sposarsi di nuovo, ma si ha una sola madre. Il punto è che più culture che guardano allo stesso problema spesso inventano soluzioni diverse.individui privi di competenze culturali etichetterebbero come "sbagliate".

Competenza culturale secondo la National Education Association, è la capacità di comunicare con successo e di entrare in empatia con persone di culture e redditi diversi, competenze necessarie per colmare il divario di risultati. Gli insegnanti, in particolare, devono impegnarsi in un esame continuo dei loro atteggiamenti nei confronti dell'identità e delle culture, e sforzarsi di ridurre al minimo le disparità razziali.

Guarda anche: 6 strategie per costruire relazioni migliori con gli studenti

Per determinare il vostro grado di competenza culturale, completate la Scala di ricettività della competenza culturale.

La competenza culturale inizia con la costruzione di relazioni

Non c'è modo di memorizzare le sfumature sociali di ogni sottocultura, quindi siate curiosi e fate domande a chi vi sta vicino. mediatori culturali (persone che possono facilitare la comprensione tra due culture) e dimostrare agli studenti che ci tenete. Nel loro articolo, Gestione della classe in classi diverse , gli autori Richard Milner IV e Blake Tenore hanno intervistato un insegnante di scienze della scuola media di una comunità povera:

Per creare un rapporto, parlate direttamente con i bambini al di fuori della classe, usando i loro nomi. Iniziate la lezione controllando, chiedendo ai bambini come stanno, anche se il comportamento scorretto della classe precedente ha raggiunto proporzioni bibliche.

Gestione dell'aula culturalmente responsabile

La gestione culturalmente responsabile delle classi (CRCM) cerca di fornire a "tutti gli studenti eque opportunità di apprendimento" riducendo al minimo le pratiche disciplinari discriminatorie che si verificano quando i comportamenti delle popolazioni non dominanti vengono interpretati in modo errato. Un libro bianco sull'argomento, prodotto dal Metropolitan Center for Urban Education della New York University, spiega in modo esauriente il modello.Nel frattempo, ecco alcuni suggerimenti relativi alla CRCM:

Quali tecniche di gestione positiva della classe funzionano nella vostra classe?

  1. Monitorare il proprio stile di discorso . richieste indirette ( "Vuole lasciarmi finire di leggere le indicazioni?". ) può confondere alcuni bambini abituati a ricevere direttive esplicite dai loro genitori lavoratori.
  2. Chiarire le aspettative Se gli studenti sono divisi in gruppi, ad esempio, spiegate e modellate la differenza tra "aiutare" e "fare il lavoro per" un compagno.
  3. Essere sensibili al modo in cui le diverse culture affrontano i conflitti. Molti cittadini dei Paesi asiatici evitano i conflitti aperti, ritenendo che le differenze siano meglio risolte in modo pacato. Gli scambi scritti possono essere preferiti alla risoluzione dei conflitti faccia a faccia.
  4. Enfatizzare un ambiente positivo, non una punizione. Uno studio del Council of State Governments Justice Center riporta che l'infrazione delle regole in classe diminuisce quando vengono adottate le "feste di benvenuto" e altre misure di invito. L'aumento delle punizioni non riesce a modificare i comportamenti degli studenti.
  5. Usate l'umorismo. Nella loro indagine su una scuola alternativa disciplinare con studenti provenienti da contesti razziali non dominanti, Debra Pane, Lynne Miller e Agela Salmon descrivono come un insegnante di cucina, il "signor Jenkins", si sia guadagnato il consenso e la fiducia degli studenti attraverso l'umorismo: "Quando gli studenti di altre classi entravano senza pass per comprare il cibo, il signor Jenkins esaminava il pass illegale, rimandandoli umoristicamente a casa".classe -- Dovrei farlo io, no?".

Sebbene sia naturale per gli insegnanti voler rafforzare la propria autorità in classi che hanno avuto un inizio difficile, concentrarsi sulla costruzione di relazioni può fare la differenza.

Quali tecniche di gestione positiva della classe funzionano nella vostra classe?

Leslie Miller

Leslie Miller è un'educatrice esperta con oltre 15 anni di esperienza di insegnamento professionale nel campo dell'istruzione. Laureata in Pedagogia, ha insegnato nelle scuole elementari e medie. Leslie è una sostenitrice dell'utilizzo di pratiche basate sull'evidenza nell'istruzione e ama ricercare e implementare nuovi metodi di insegnamento. Crede che ogni bambino meriti un'istruzione di qualità ed è appassionata di trovare modi efficaci per aiutare gli studenti ad avere successo. Nel tempo libero, Leslie ama fare escursioni, leggere e trascorrere del tempo con la famiglia e gli animali domestici.