Il potere dei circoli di letteratura in classe

 Il potere dei circoli di letteratura in classe

Leslie Miller

Mio figlio di sei anni ha finalmente iniziato a leggere sul serio. È emozionante vederlo prendere un libro dopo l'altro dai suoi scaffali stracolmi e leggere storie che ha sentito per anni. Ora vuole portare i libri a scuola in modo che durante la ricreazione possa invogliare i suoi amici a sedersi insieme e leggere. Dice che si chiamerà "Club della lettura".

"Una volta ho fatto parte di un club del libro", ho detto, spiegando che un gruppo di amici leggeva lo stesso romanzo e poi ne discuteva a cena. A mio figlio è piaciuta molto l'idea e ha subito iniziato a pensare a chi invitare, a quando incontrarsi, a cosa leggere e a cosa mangiare.

Ma la tana del coniglio della nostalgia in cui sono capitata è quella della mia esperienza di insegnante che facilitava i circoli di letteratura. Mi vengono le vertigini e gli occhi sognanti quando ricordo come ci si sentiva a circolare in una classe di studenti di seconda media che si riunivano nei circoli di letteratura, quando ricordo le loro argomentazioni sulle azioni di un personaggio, o i post-it coperti di appunti che sporgevano dalle pagine, o le supplicheDurante le riunioni del circolo letterario la mia classe vibrava di apprendimento, passione e gioia.

Perché i circoli di letteratura?

Prometto di fornire risorse pratiche su come, quando, dove e cosa fare con i circoli di letteratura, ma prima vorrei spiegare perché ogni classe K-12 dovrebbe istituire una qualche versione dei circoli di letteratura.

Motivo n. 1: I circoli di letteratura possono essere un luogo di apprendimento cooperativo: gli studenti si aiutano a vicenda a comprendere un testo e a dargli un senso. I circoli di letteratura insegnano ai ragazzi a usare gli altri come risorse e a diventare studenti indipendenti. Naturalmente, perché siano una struttura efficace per l'apprendimento cooperativo, l'insegnante deve svilupparli intenzionalmente come tali. Senza una guida, un modello e un sostegno,non sono automaticamente luoghi di collaborazione.

Motivo n. 2: I circoli di letteratura permettono agli studenti di fare delle scelte in merito al loro apprendimento. Di solito gli studenti hanno la possibilità di selezionare uno dei diversi libri che vorrebbero leggere. Possono anche decidere con chi stare in un gruppo di lettura. Tutti i bambini hanno un disperato bisogno di maggiori opportunità di fare delle scelte a scuola. La scelta porta ad un impegno più profondo, ad una maggiore motivazione intrinseca e ad un'opportunitàper il processo decisionale guidato.

Motivo n. 3: I circoli di letteratura sono divertenti, in parte perché sono esperienze sociali. Ci si aspetta che gli studenti parlino molto (a differenza del resto del tempo trascorso a scuola), che discutano e argomentino le loro idee. Gli studenti sono invitati a portare in classe le loro esperienze e i loro sentimenti e a condividerli. La lettura deve essere in parte divertente; se non rendiamo piacevole l'esperienza, i nostri studenti non sarannoprobabilmente continueranno a farlo una volta che si saranno liberati dalla nostra morsa.

Inoltre, quando proviamo gioia o piacere, ci sentiamo più legati a un luogo e alle persone che vi abitano. Era imperativo che i miei studenti di scuola media si sentissero legati alla scuola e avessero interazioni accademiche positive con i loro compagni. Come in molti distretti urbani, il tasso di abbandono scolastico a Oakland, in California, è terribilmente alto; le ricerche rivelano che gli studenti abbandonano principalmente perchénon si sentono legati a un luogo o alla sua gente.

Guarda anche: Suggerimenti per l'insegnamento dell'inglese a studenti di lingua araba

Perciò sosterrò che una struttura come i circoli di letteratura, quando funziona come luogo di connessione e di divertimento, può servire ad ancorare i nostri ragazzi alla scuola. I nostri studenti non padroneggeranno gli standard e non otterranno risultati agli esami se non riusciamo a trattenerli nelle nostre classi; i circoli di letteratura possono aiutare a farlo.

Motivo n. 4: Infine, perché sono divertenti, perché gli studenti hanno la possibilità di scegliere e perché sono una struttura di apprendimento cooperativo, i circoli di letteratura sono esperienze potenti per i lettori riluttanti e/o in difficoltà. I circoli di letteratura devono essere differenziati; per natura ogni gruppo leggerà libri a livelli diversi su argomenti diversi. I lettori in difficoltà possono selezionare un testo al loro livello; l'insegnante puòfornire un supporto diretto a quel gruppo o può includere un paio di lettori di livello superiore.

Una nota importante (ora passiamo ai dettagli): agli studenti dovrebbero essere offerti molti generi - "circoli di letteratura" non implica solo la narrativa. I miei lettori in difficoltà (spesso ragazzi) volevano soprattutto saggistica (un libro affascinante su questo argomento è Reading Don't Fix No Chevys: Literacy in the Lives of Young Men).

Risorse per il "Chi, cosa, quando e dove".

Naturalmente, affinché i circoli di letteratura siano luoghi divertenti in cui gli studenti imparano in modo cooperativo, l'insegnante deve fare molto. Fortunatamente, esistono molte risorse per creare circoli di letteratura efficienti. Per cominciare, provate a dare un'occhiata a queste risorse:

  • Alcuni anni fa ho creato un sito web sui circoli letterari: non è una guida completa, ma fornisce alcune idee su come iniziare.
  • Il mio libro preferito è il classico Circoli di letteratura, di Harvey Daniels.

Lettori: mi piacerebbe sentire le vostre esperienze con i circoli di letteratura. Perché e come li avete istituiti nella vostra classe? Cosa è successo? Quali sono state le sfide? C'è molto altro da dire su questo argomento (forse in un futuro post sul blog!).

Nel frattempo, vado a preparare un po' di zuppa verde per la prima riunione del club del libro di mio figlio, che inizierà con un classico: Uova verdi e prosciutto. Mio figlio intende discutere sull'etica del mangiare animali. Non vedo l'ora di nascondermi in corridoio ad ascoltare.

Guarda anche: Servire gli studenti dotati nelle classi di educazione generale

Leslie Miller

Leslie Miller è un'educatrice esperta con oltre 15 anni di esperienza di insegnamento professionale nel campo dell'istruzione. Laureata in Pedagogia, ha insegnato nelle scuole elementari e medie. Leslie è una sostenitrice dell'utilizzo di pratiche basate sull'evidenza nell'istruzione e ama ricercare e implementare nuovi metodi di insegnamento. Crede che ogni bambino meriti un'istruzione di qualità ed è appassionata di trovare modi efficaci per aiutare gli studenti ad avere successo. Nel tempo libero, Leslie ama fare escursioni, leggere e trascorrere del tempo con la famiglia e gli animali domestici.