Iniziare con l'insegnamento culturalmente sensibile

 Iniziare con l'insegnamento culturalmente sensibile

Leslie Miller

Nel mondo dell'istruzione si parla sempre più spesso di una maggiore sensibilità culturale, ma cosa significa e quanto è importante?

Quando parlo di cultura, mi riferisco alle norme, alle credenze e ai comportamenti che si tramandano da una generazione all'altra: ciò che spiega perché uno studente possa rispondere a una domanda nel modo in cui lo fa o perché un altro non si senta a suo agio a guardarvi negli occhi quando gli parlate. Questi aspetti della cultura sono tra i più fraintesi nella dinamica insegnante-studente e sonoL'insegnamento culturalmente reattivo (CRT) cerca di colmare il divario tra insegnante e studente aiutando l'insegnante a comprendere le sfumature culturali che possono causare l'interruzione di una relazione, che in ultima analisi causa anche l'interruzione dei risultati degli studenti.

Guarda anche: Insegnare la lettura ravvicinata agli studenti elementari

Nel suo libro Insegnamento culturalmente responsabile e cervello Zaretta Hammond scrive che "in terza elementare, molti studenti culturalmente e linguisticamente diversi hanno uno o più anni di ritardo nella lettura". La CRT è uno degli strumenti più efficaci per consentire agli studenti di uscire da questo divario di risultati. Già solo per questo, essere culturalmente reattivi è una delle cose più importanti che potete imparare in questo momento.

Come iniziare

Il primo passo per essere culturalmente reattivi è fare un audit interno - sì, avete letto bene, un audit: scavare davvero dentro di noi e riconoscere e dare un nome a quelle cose che non vogliamo guardare o di cui non vogliamo parlare. Le esperienze che abbiamo avuto nel corso della nostra vita hanno formato stereotipi che si sono poi trasformati in pregiudizi impliciti. Questi atteggiamenti involontari e inconsci hanno un impatto su comeIl Project Implicit dell'Università di Harvard offre un test online per esaminare i propri pregiudizi impliciti.

Gli insegnanti culturalmente sensibili devono anche essere consapevoli del contesto sociopolitico in cui operano le scuole e osare andare contro lo status quo. Gli studenti devono capire il sistema che funziona intorno a loro nelle scuole. Fornite loro un contesto e non abbiate paura di parlare di argomenti difficili che potrebbero non essere affrontati nella vostra scuola. Oltre a quanto detto da Hammond, gli insegnanti devono essere consapevoli del fatto che le scuole non sono in grado di affrontare il problema. Insegnamento culturalmente responsabile e cervello Un'altra grande risorsa è Affermare la diversità di Sonia Nieto. La parte più importante di questo lavoro è la volontà di fare qualcosa di diverso per ottenere risultati diversi, con l'obiettivo di aumentare i risultati scolastici.

Per la vostra verifica, prendetevi un po' di tempo per porvi domande difficili e riflettere sulle pratiche passate e attuali. State operando in classe in un'ottica di cura critica, che coniughi le aspettative elevate con l'empatia e la compassione? I vostri studenti, a prescindere dallo status socioeconomico o dal background, sono tenuti a rispettare standard elevati? La vostra interazione passata con una particolare razza diIdentificate i punti della vostra pianificazione didattica in cui avete permesso che i vostri pregiudizi impliciti vi impedissero di spingere i vostri studenti a raggiungere livelli ottimali. Rispondere a domande come queste potrebbe essere difficile, ma per creare un cambiamento, dovete identificare e portare alla luce le radici della vostra pratica didattica.

I prossimi passi

Ora che avete condotto un'autoverifica interna, anche il vostro programma di studi ne avrà bisogno. Quali libri leggono gli studenti? Hanno voce in capitolo su ciò che leggono, su dove si siedono, su come interagiscono tra loro?

Guarda anche: Migliorare l'apprendimento attraverso la tecnologia differenziata

Un'altra componente critica della CRT è la responsabilizzazione degli studenti non solo nei confronti del loro apprendimento, ma anche dell'ambiente stesso. Una strategia per promuovere un ambiente incentrato sullo studente è quella di far creare agli studenti un accordo di classe che risponda alla domanda: "Come staremo insieme?" Consentire agli studenti di rispondere a questa domanda vi darà una finestra su come le loro culture dettano i modi in cuiche vogliono sentirsi rispettati, ascoltati, al sicuro e inclusi in classe e nelle loro interazioni reciproche e con voi. Questo rafforza l'idea non solo del loro posto, ma anche del valore del modo in cui si presentano a scuola ogni giorno, con tutte le loro esperienze esterne al seguito.

Infine, avete riflettuto sulla pianificazione delle vostre lezioni: vi siete presi il tempo di riflettere e di esaminare i vostri pregiudizi che potrebbero avervi ostacolato. Avete rinnovato l'ambiente della vostra classe per riflettere le voci dei vostri studenti, le loro diverse esigenze culturali e le loro scelte. Ora divertitevi un po'. Per esempio:

  • Incoraggiate gli studenti a realizzare una campagna sui social media che sostenga la loro causa preferita e chiedete loro di portare in classe le prove dei risultati ottenuti per discutere del ruolo dei social media nel cambiamento sociale.
  • Utilizzate canzoni attuali che gli studenti potrebbero amare per analizzare l'uso di tecniche letterarie e immagini nei video musicali. "Wildest Dreams" di Taylor Swift è un'ottima canzone. Meglio ancora, invece di assegnare una canzone, chiedete agli studenti i loro suggerimenti.
  • Guardare e discutere documentari come Razza: il potere di un'illusione .
  • Zaretta Hammond ha condiviso tre semplici strategie che potete utilizzare per rendere le lezioni di qualsiasi materia più rispondenti alle esigenze culturali.

I nostri studenti hanno bisogno di noi, ora più che mai, e dobbiamo rimboccarci le maniche e fare ciò che è necessario per colmare il divario di risultati. L'insegnamento culturalmente sensibile è un passo nella giusta direzione. Il risultato è un corpo studentesco che ama l'apprendimento, eccelle a livello accademico e ha insegnanti che rispondono alle loro esigenze.

Essere culturalmente sensibili incoraggia gli studenti a provare un senso di appartenenza e contribuisce a creare uno spazio sicuro in cui si sentono al sicuro, rispettati, ascoltati e messi alla prova.

Leslie Miller

Leslie Miller è un'educatrice esperta con oltre 15 anni di esperienza di insegnamento professionale nel campo dell'istruzione. Laureata in Pedagogia, ha insegnato nelle scuole elementari e medie. Leslie è una sostenitrice dell'utilizzo di pratiche basate sull'evidenza nell'istruzione e ama ricercare e implementare nuovi metodi di insegnamento. Crede che ogni bambino meriti un'istruzione di qualità ed è appassionata di trovare modi efficaci per aiutare gli studenti ad avere successo. Nel tempo libero, Leslie ama fare escursioni, leggere e trascorrere del tempo con la famiglia e gli animali domestici.