L'importanza dell'insegnamento dell'Olocausto

 L'importanza dell'insegnamento dell'Olocausto

Leslie Miller

In un momento in cui l'antisemitismo è particolarmente visibile in questo Paese, mi sono sentita in dovere di condividere la mia esperienza di insegnante ebrea e la responsabilità che ho sentito nell'insegnare agli studenti la storia ebraica, in particolare l'Olocausto.

Circondati dalla storia

Crescendo, non ho mai letto Notte , Numerare le stelle , o Il diario di Anne Frank Non perché non volessi conoscere le storie degli ebrei che hanno affrontato le realtà raccapriccianti dell'Olocausto, ma perché le conoscevo già: le avevo sentite dai miei nonni, dai miei cugini, dagli uomini e dalle donne della mia comunità.

Sono cresciuta circondata dalle storie delle tragedie e dei trionfi del popolo ebraico. Non ho mai pensato al fatto che queste storie fossero così facilmente disponibili per me. Nella mia mente, queste storie erano raccontate universalmente; non avevo davvero mai considerato che le persone potessero non avere una conoscenza approfondita dell'Olocausto, o addirittura non sapere cosa fosse successo.

Un'esperienza sconvolgente

Quando ho lasciato la mia comunità prevalentemente ebraica a New York e ho iniziato a insegnare a New Orleans, mi sono subito resa conto che non solo i miei studenti non conoscevano la storia ebraica e le storie ebraiche, ma molti erano del tutto ignari di cosa fosse un ebreo.

È stato davvero sconvolgente trovarmi di fronte a un gruppo di studenti con lo sguardo assente mentre cercavo di spiegare che non avrei festeggiato il Natale durante le vacanze invernali perché ero ebrea. Gli studenti mi hanno chiesto cosa significasse; mi hanno chiesto se significava che sapevo parlare un'altra lingua o che venivo da un altro Paese.

A New Orleans c'è una piccola comunità ebraica molto unita, ma pochi membri sono presenti nelle scuole o sono originari della zona. Non è assolutamente colpa di questi studenti, ma le storie ebraiche non sono state portate nelle classi.

Sono, sono sempre stata e sarò sempre ebrea e non ero mai stata costretta a spiegare cosa significasse per me. Faceva male il fatto che non sapessero quanto duramente il popolo ebraico avesse lottato per sopravvivere ed essere ancora qui oggi.

In quel momento, ho fatto del mio meglio per iniziare a condividere un po' di ciò che significava essere ebreo nella mia esperienza personale, ma anche se sono cresciuta circondata dalla cultura e dalle pratiche ebraiche, non mi ero mai sentita responsabile di raccontare queste storie. Non ero davvero sicura di come farlo da sola.

Guarda anche: Domande essenziali per una conversazione significativa nell'analisi di una storia

Riconosco che molti dei miei studenti possono aver vissuto un'esperienza simile quando si sono trovati di fronte all'onere di spiegare la loro storia di neri o di altre persone di colore. Come loro insegnante, ho avuto l'opportunità di imparare dai miei studenti e di raccogliere le loro storie in un ambiente di classe sicuro.

Anche se mi sentivo ferita dal fatto che i miei studenti non capissero da dove venivo, questo ha illuminato l'opportunità non solo di insegnare ai miei studenti, ma anche di imparare da loro. Questo obiettivo di aiutare ogni persona a sentirsi vista e valorizzata nella sua storia individuale o di gruppo ha continuato a informare il mio lavoro.

Una storia più inclusiva

Un anno dopo, insegno a New York, dove le lezioni sull'Olocausto sono incluse nel programma scolastico. Gli studenti della Harlem Prep Middle School leggono entrambi i libri di testo. Notte e Il diario di Anne Frank Hanno esplorato articoli, video e interviste con i sopravvissuti all'Olocausto per comprendere ciò che il popolo ebraico aveva passato in quel periodo. Anche se non avevano un'esperienza diretta con l'ebraismo, questi studenti conoscevano questa storia perché la scuola aveva creato attivamente un programma di studio per insegnarla.

Essendo l'unica insegnante di religione ebraica del mio team di livello, ho chiesto un'opportunità per estendere l'apprendimento dei miei studenti al di là dei testi fondamentali. Mi è stata data l'opportunità di pianificare una gita e di portare i miei studenti al Museo dell'Eredità Ebraica - un memoriale vivente dell'Olocausto. Prima di intraprendere la gita, ho presentato le esperienze della mia famiglia nella Germania nazista e il significato di essere ebreo per i miei studenti.I miei studenti hanno avuto la possibilità di porre domande apertamente.

Guarda anche: La cellula di Minecraft: la biologia incontra l'apprendimento basato sul gioco

Sebbene non tutti gli insegnanti abbiano l'opportunità, come l'ho avuta io, di coinvolgere gli studenti in conversazioni personali su temi come la cultura e la religione, spero che ogni insegnante possa comprendere la responsabilità di insegnare queste cose in modo significativo. Non dovrebbe essere responsabilità solo degli insegnanti ebrei insegnare agli studenti l'Olocausto e le sue conseguenze durature.

Risorse

Le scuole dovrebbero cercare attivamente programmi di studio, libri e altre risorse per portare queste storie e le voci dei sopravvissuti all'Olocausto nelle loro aule, e gli insegnanti dovrebbero chiedere alle loro scuole di essere responsabilizzati in tal senso. Più ci allontaniamo dall'Olocausto, più facile potrebbe diventare dimenticare queste storie quando non ci saranno più sopravvissuti a raccontarle; devono essere gli insegnanti a mantenerle.Queste storie sono vive e presenti per gli studenti, non solo per gli studenti ebrei, ma per tutti gli studenti.

Spero che gli insegnanti si sentano autorizzati a cercare risorse di alta qualità per portare questi argomenti nelle loro classi. Di seguito ne ho incluse alcune che possono essere un punto di partenza per introdurre gli studenti a questo pezzo di storia ebraica.

  • Risorse didattiche del Museo Memoriale dell'Olocausto degli Stati Uniti d'America
  • Affrontare la storia e noi stessi-7 risorse per le classi sull'Olocausto
  • PBS Learning Media - Insegnare l'Olocausto
  • Alleanza Internazionale per la Memoria dell'Olocausto - Cosa insegnare sull'Olocausto
  • Fishtank Learning - Incontrare il male: Notte

Leslie Miller

Leslie Miller è un'educatrice esperta con oltre 15 anni di esperienza di insegnamento professionale nel campo dell'istruzione. Laureata in Pedagogia, ha insegnato nelle scuole elementari e medie. Leslie è una sostenitrice dell'utilizzo di pratiche basate sull'evidenza nell'istruzione e ama ricercare e implementare nuovi metodi di insegnamento. Crede che ogni bambino meriti un'istruzione di qualità ed è appassionata di trovare modi efficaci per aiutare gli studenti ad avere successo. Nel tempo libero, Leslie ama fare escursioni, leggere e trascorrere del tempo con la famiglia e gli animali domestici.