Lettere di ringraziamento agli insegnanti

 Lettere di ringraziamento agli insegnanti

Leslie Miller
chiudere la modale

A volte dimentichiamo l'impatto che abbiamo come insegnanti. Le scuole sono luoghi affollati e gli insegnanti sono persone impegnate, quindi non c'è da stupirsi se a volte perdiamo l'occasione di fermarci a riflettere sull'influenza che esercitiamo sui giovani che ci vengono affidati. Spesso sono le piccole conversazioni, le battute facilmente dimenticabili, il sorriso amichevole o il breve complimento che hanno un significato maggiore per i giovani.e mentre noi potremmo dimenticarle quando si tratta di scrivere la prossima relazione o di pianificare la prossima lezione, quelle parole possono rimanere con un giovane per molto tempo, plasmando la sua personalità e i suoi pensieri.

Guarda anche: Come iniziare a insegnare il coding

Per dimostrarvi quanto siete potenti, come individui e come professione, ecco una raccolta di lettere di ringraziamento scritte da studenti che ringraziano l'insegnante che, nel suo modo inimitabile, ha cambiato la loro vita in meglio.

Gentile Signore,

Ti ho odiato quando ti ho incontrato per la prima volta. Ho odiato il fatto che mi hai fatto stare dritto. Ho odiato il modo in cui mi hai fatto indossare la mia uniforme. Ho odiato il modo in cui mi hai fatto parlare correttamente. Soprattutto, ho odiato il modo in cui non hai accettato il mio lavoro a meno che non fosse il meglio che potessi fare. E il meglio sembrava sempre uno sforzo maggiore di quello che ero disposto a fare.

All'inizio abbiamo avuto molte discussioni. Ricordo che spesso mi trattenevano a pranzo. E nonostante le mie urla e le mie minacce - persino le lacrime una volta o due - ricordo che non hai mai perso la calma. Sei sempre stato paziente con me. Hai sempre trovato il tempo di ascoltarmi, ogni volta che volevo essere ascoltato.

Ripenso a quel periodo come a un momento così importante per lo sviluppo della persona che sono oggi. Mi hai insegnato la disciplina, la dignità. Molto più che l'inglese, che era quello che dovevi insegnarmi, mi hai insegnato che potevo ottenere più di quello che io o altre persone pensavano che fossi in grado di fare. Potevo avere successo, invece di essere un clown.

Per questa lezione, vi devo molto.

Grazie.

Uno studente (anno 11).

---

Al mio insegnante:

Se non avessi avuto lei come insegnante al settimo anno, la mia vita sarebbe incredibilmente diversa. Non dico che sarebbe stata negativa, ma lei mi ha aperto gli occhi su ciò che potevo essere, su ciò che potevo fare, in un modo che non ho mai pensato possibile. Ha preso un ragazzo di Penrith e gli ha fatto venire voglia di vedere il mondo e oltre.

Ricordo ancora una lezione in cui ci hai raccontato le tue speranze per il futuro quando avevi la nostra età. Credo che dovessi parlare di scienza, ma la lezione è cambiata ed è diventata una specie di studio sulla vita. Ci hai raccontato dei tuoi rimpianti e dei tuoi successi e, per qualche motivo, tutto questo ha risuonato con me e ho iniziato a capire che tutto è davvero possibile.

Il tuo incoraggiamento e la tua perseveranza durante il primo anno di scuola mi hanno insegnato che sono quello che sono e che per arrivare in cima dipende tutto da me. Sono capace, ma ci vorrà duro lavoro e molta dedizione.

Grazie,

Nick (laureato).

---

Caro amico:

Queste tre caratteristiche sono solo un breve esempio delle tante che dimostrate ogni giorno con tutti i vostri studenti, me compreso.

Troppo spesso ci muoviamo tra le "corde della vita" e non investiamo il tempo per esprimere la nostra gratitudine e il nostro autentico valore per il sostegno che condividete così avidamente per la nostra crescita, non solo come studenti, ma anche come cittadini globali della società.

Mi fai sentire autenticamente sostenuta quando dici: "Per favore, fammi sapere come posso essere utile" e lo pensi davvero. Inoltre, l'entusiasmo che esprimi nel voler co-imparare con me, piuttosto che insegnarmi, mi fa sentire come un partner nella mia esperienza di apprendimento, quando è così facile sentirsi come "una spugna che può solo assorbire".Anche io devo condividere e quanto si impara impegnandosi con me!

Come educatore, il suo titolo può garantire un ruolo di accrescimento delle mie conoscenze accademiche. Tuttavia, lei non mi vede come uno dei tanti studenti che ha, ma mi valorizza per la mia unicità e i miei punti di forza. Promuove un ambiente in cui mi sento in grado non solo di condividere il mio contributo, ma anche di sapere che è effettivamente considerato e apprezzato.

Grazie per essere genuino. Grazie per vedermi come un partner nell'apprendimento e nella condivisione. Grazie per essere te stesso. Grazie per essere uno dei pochi grandi insegnanti là fuori. Che tu possa ispirare altri a raggiungere la grandezza che hai raggiunto.

Con gratitudine,

Clement Coulston (diplomato)

---

Signorina,

Grazie per la tua pazienza, grazie per il tuo tempo, grazie per avermi aiutato a fare i compiti, grazie per avermi fatto fare i compiti, grazie per essere rimasto indietro ad aiutarmi, anche quando so che ci sono molti altri posti in cui preferiresti essere. Grazie per avermi fatto compagnia in campeggio quando non c'era nessun altro, grazie per non avermi messo in imbarazzo davanti ai miei amici, grazie per avermi spiegato le cose, grazie per avermi fatto capire che non c'era nessuno.Grazie per avermi fatto fare del mio meglio, grazie per essere stato il mio insegnante.

Guarda anche: 3 suggerimenti per creare problemi matematici che stimolino il pensiero critico

Sarah (anno 8)

Leslie Miller

Leslie Miller è un'educatrice esperta con oltre 15 anni di esperienza di insegnamento professionale nel campo dell'istruzione. Laureata in Pedagogia, ha insegnato nelle scuole elementari e medie. Leslie è una sostenitrice dell'utilizzo di pratiche basate sull'evidenza nell'istruzione e ama ricercare e implementare nuovi metodi di insegnamento. Crede che ogni bambino meriti un'istruzione di qualità ed è appassionata di trovare modi efficaci per aiutare gli studenti ad avere successo. Nel tempo libero, Leslie ama fare escursioni, leggere e trascorrere del tempo con la famiglia e gli animali domestici.