Metacognizione: il dono che continua ad essere fatto

 Metacognizione: il dono che continua ad essere fatto

Leslie Miller

Gli studenti che hanno successo accademico spesso si affidano alla capacità di pensare in modo efficace e indipendente per prendere in mano il proprio apprendimento. Questi studenti hanno padroneggiato abilità fondamentali ma cruciali come tenere organizzato il proprio spazio di lavoro, completare i compiti nei tempi previsti, fare un piano per l'apprendimento, monitorare il proprio percorso di apprendimento e riconoscere quando potrebbe essere utile cambiare rotta. FannoGli studenti che non imparano a "gestirsi" bene durante il percorso scolastico subiscono più battute d'arresto, si scoraggiano e si disimpegnano nell'apprendimento e tendono ad avere un rendimento scolastico più basso. Possono anche essere responsabili di un maggior numero di compiti in classe.problemi di gestione.

Guarda anche: 50 anni di bambini che disegnano scienziati

Molti insegnanti che conosciamo si divertono a insegnare agli studenti come maneggiare uno degli strumenti di pensiero più potenti: metacognizione Una metafora che risuona con molti studenti è che l'apprendimento di strategie cognitive e metacognitive offre loro gli strumenti per "guidare il cervello". La buona notizia per gli insegnanti e i loro studenti è che la metacognizione può essere appresa quando viene insegnata esplicitamente e praticata in tutti i contenuti e contesti sociali.

Uno studente entusiasta di essere al posto di guida e di guidare verso il successo nell'apprendimento può essere destinato a diventare un pensatore indipendente sulla strada per tracciare un percorso responsabile per la scuola, la carriera e la vita. Essere metacognitivi può essere paragonato ad essere più coscienti, riflessivi e consapevoli dei propri progressi lungo il percorso di apprendimento. Gli insegnanti ci hanno detto che sentono una straordinariasenso di piacere nell'insegnare ai propri studenti strategie utili che possono essere applicate a tutti gli aspetti della loro vita dentro e fuori la scuola.

La metacognizione nel cervello

Sebbene la ricerca educativa sul potere della metacognizione nell'aumentare l'apprendimento e i risultati degli studenti si sia accumulata per diversi decenni, gli scienziati hanno iniziato solo di recente a individuare il centro fisico della metacognizione nel cervello. I ricercatori dell'University College di Londra hanno scoperto che i soggetti con una migliore metacognizione avevano più materia grigia nella parte anteriore del cervello.Sono in corso studi per determinare in che modo quest'area cerebrale contribuisca all'abilità di metacognizione, di importanza critica.

Guarda anche: Come una semplice struttura di presentazione aiuta gli studenti a imparare

Gli insegnanti che desiderano introdurre la metacognizione nelle loro classi possono iniziare leggendo il nostro post Engaging Brains: How to Enhance Learning by Teaching Kids About Neuroplasticity (Come migliorare l'apprendimento insegnando ai bambini la neuroplasticità) e insegnare agli studenti la corteccia prefrontale anteriore, l'area cerebrale che i ricercatori hanno iniziato a collegare alla metacognizione.

Come insegnare agli studenti a essere più metacognitivi

  1. Insegnare esplicitamente agli studenti questa abilità di apprendimento essenziale definendo il termine metacognizione Soprattutto con gli studenti più giovani, consigliamo una metafora, come quella di guidare il proprio cervello, come modo concreto per guidarli a riflettere sul modo migliore di apprendere. Questa metafora fa leva sul desiderio degli studenti di acquisire competenze importanti per guidare il proprio destino.
  2. Chiedete agli studenti di descrivere i vantaggi e di fornire esempi di come guidare bene il proprio cervello. Per esempio, a volte potremmo aver bisogno di frenare (per esempio, rivedendo un brano di lettura per assicurarci di averlo capito) o di accelerare (per esempio, annotando e organizzando gli appunti per un saggio invece di bloccarci su come iniziarlo). Dobbiamo mantenere il nostro cervello in movimento nella corsia corretta elungo il percorso migliore per raggiungere i nostri obiettivi.
  3. Quando è possibile, lasciate che siano gli studenti a scegliere ciò che vogliono leggere e gli argomenti che vogliono approfondire. Quando sono veramente interessati e motivati a conoscere un argomento di studio, gli studenti sono in grado di mantenere l'interesse a pensare a un progetto a lungo termine.
  4. Cercate occasioni per discutere e applicare la metacognizione in tutte le materie fondamentali e in una varietà di lezioni, in modo che gli studenti possano trasferirla per trarne il massimo beneficio. Quando Donna ha insegnato questo argomento, ha spesso chiesto agli studenti di fornire esempi in ambito accademico, nelle interazioni con gli amici e la famiglia e (per gli studenti più grandi) sul lavoro. Se si trova con bambini piccoli, chiede loro come i loro genitoripotrebbero utilizzare questa strategia nel loro lavoro.
  5. Abbiamo scoperto che gli studenti imparano molto ascoltando i loro insegnanti che utilizzano strategie di pensiero di ordine superiore ad alta voce. Spesso ridono quando i loro insegnanti commettono "errori" e imparano quando i loro insegnanti si fermano, riconoscono l'errore e seguono il processo di correzione. Questo "momento di insegnamento" sottolinea che tutti commette errori e che gli errori sono visti come opportunità per imparare e migliorare.

Come fate a far sì che gli studenti possano scegliere gli argomenti di studio che li interessano? E quali sono i vostri modi preferiti per aiutare gli studenti a diventare studenti indipendenti? Raccontateceli nella sezione commenti qui sotto.

Riferimento

Stephen M. Fleming. "The Power of Reflection: Insight into Our Own Thoughts, or Metacognition, Is Key to Higher Achievement in All Domains" (Il potere della riflessione: la comprensione dei nostri pensieri, o metacognizione, è la chiave per ottenere risultati migliori in tutti i settori), Scientific American, settembre/ottobre 2014, pagg. 31-37.

Per ulteriori letture

Per ulteriori informazioni sull'insegnamento della metacognizione, consultate il nostro articolo "The Boss of My Brain: Explicit Instruction in Metacognition Puts Students in Charge of Their Learning" (Il capo del mio cervello: l'insegnamento esplicito della metacognizione mette gli studenti a capo del loro apprendimento) nel numero di ottobre di ASCD. Leadership educativa Trovate un'altra risorsa gratuita su questo argomento su For the Love of Teaching (Per amore dell'insegnamento). Qui, una delle nostre laureate in didattica cerebrale, l'insegnante di classe Diane Dahl, racconta sul suo blog come introduce la metacognizione ai suoi alunni di seconda elementare.

Si veda anche il capitolo 6 di Cinque grandi idee per un insegnamento efficace: collegare la ricerca su mente, cervello e istruzione alla pratica in classe Per una discussione su come coltivare l'autoregolazione nei bambini piccoli, consultare il sito Far fruttare i primi cinque anni: collegare le implicazioni della ricerca sulla mente, sul cervello e sull'educazione allo sviluppo dei bambini. .

Leslie Miller

Leslie Miller è un'educatrice esperta con oltre 15 anni di esperienza di insegnamento professionale nel campo dell'istruzione. Laureata in Pedagogia, ha insegnato nelle scuole elementari e medie. Leslie è una sostenitrice dell'utilizzo di pratiche basate sull'evidenza nell'istruzione e ama ricercare e implementare nuovi metodi di insegnamento. Crede che ogni bambino meriti un'istruzione di qualità ed è appassionata di trovare modi efficaci per aiutare gli studenti ad avere successo. Nel tempo libero, Leslie ama fare escursioni, leggere e trascorrere del tempo con la famiglia e gli animali domestici.