Oracy: l'alfabetizzazione della parola parlata

 Oracy: l'alfabetizzazione della parola parlata

Leslie Miller

Nota dell'editore: Questo articolo, scritto da un'educatrice del Regno Unito nell'ambito della nostra rubrica Scuole che funzionano di School 21, è stato scritto da un'educatrice del Regno Unito.

Cosa dice la ricerca sull'oralità

L'oralità è importante quanto la lettura e la scrittura: è questa la nostra affermazione alla Scuola 21. Perché lo pensiamo? La base della ricerca è solida (consiglio di cercare tutti i lavori di Neil Mercer e Robin J. Alexander. Potete iniziare da qui: Mercer e Littleton, 2007 e Wolfe e Alexander, 2008 [PDF]). La teoria è che il dialogo mirato, incentrato sull'esplorazione di idee complesse, amplia il pensiero degli studenti.Il pensiero crea le condizioni per conservare e poi mobilitare le conoscenze importanti. Attraverso il dibattito informato, l'argomentazione e la persuasione, gli studenti sono sollecitati dal punto di vista cognitivo.

Ma crediamo che ci sia dell'altro. Insegnare l'oralità è strumentale In termini di sviluppo, gli esseri umani acquisiscono prima il linguaggio orale - un prerequisito per l'alfabetizzazione. E il ciclo della conversazione prima della scrittura è ben consolidato come una sana pratica pedagogica. Sarebbe difficile immaginare di insegnare la scrittura senza una qualche forma di discussione, anche se ciò implica una conversazione tra insegnanti. Pie Corbett e altri sono stati i pionieri della discussione perapprocci alla scrittura (PDF) che hanno dimostrato di migliorare i risultati.

L'oralità sviluppa la voce degli studenti

Ci sono altre ragioni, forse non così ben studiate, ma certamente allineate alla nostra visione e ai nostri valori. Ogni studente ha qualcosa da dire. È compito della scuola aiutare gli studenti a trovare la loro voce, la loro sicurezza e il loro equilibrio. Una volta che gli studenti sanno chi sono e cosa possono essere, useranno la loro voce per cambiare il mondo che li circonda. Le voci non sono neutre: hanno il potere di plasmare i punti di vista,risolvere le divergenze e superare gli ostacoli.

Quadro di riferimento per l'oralità

La Scuola 21 utilizza un quadro di quattro filoni per descrivere il nostro programma di oracy: parlare:

  • Cognitivo: Si tratta di argomenti e di logica.
  • Linguistico: È ricco di linguaggio estensibile.
  • Fisico: Dipende dalla posizione del corpo e dalla postura.
  • Emotivo: Si sostiene persuadendo il capo e il cuore.

Se volete integrare l'oracy nella vostra scuola, ecco alcuni modi per iniziare.

Guarda anche: Usare applausi e battimani per motivare gli studenti di lingua mondiale

5 suggerimenti per integrare l'oralità nella vostra scuola

Tutte le nostre assemblee si svolgono in cerchio - un cerchio con tutto il gruppo dell'anno - e quasi tutte prevedono discussioni strutturate. Se il vostro gruppo dell'anno (livello di scuola) è numeroso, potete suddividere i cerchi in gruppi più piccoli. L'ideale sarebbe avere lo spazio per un gruppo di persone. cerchio forte dell'intero gruppo dell'anno e dei piccoli circoli di coaching di 15-20 studenti.

I circoli sono un simbolo della nostra cultura inclusiva e sono anche un forum per gli studenti per discutere e riflettere su questioni spinose: "Come si fa a reagire alle situazioni difficili, invece di reagire ad esse?" "Come si fa a sapere quale carriera scegliere?" Utilizzando tecniche teatrali, quali teatro forum (in cui un insegnante interpreta il disadattato Colin Chaos della Scuola 21 e chiede consigli alla scuola) permette agli studenti di utilizzare l'ora di assemblea per ampliare il loro discorso e costruire la comunità scolastica.

Queste tecniche possono essere utilizzate anche per rendere i vostri gruppi ricchi di argomenti:

  1. Passaggio e passaggio: Assicuratevi che tutti i bambini abbiano voce in capitolo con una discussione inclusiva su un argomento chiave. Una volta che uno studente ha parlato, "passa" alla persona accanto a lui.
  2. Punti di discussione: Mostrate agli studenti affermazioni controverse, come ad esempio "Una classe silenziosa inibisce il pensiero" o "La cultura scolastica è più importante dei contenuti del programma". Fate in modo che gli studenti si mettano a coppie e prendano posizione da una parte e dall'altra prima di trovare un terreno comune.
  3. Partner di critica: Organizzate assemblee con gruppi di età diverse e chiedete agli studenti più grandi di fare da tutor agli studenti più giovani durante le sfide scolastiche più importanti, ad esempio gli esami o le mostre. Sostenete il processo sviluppando un linguaggio che si basi sul coaching e sul mentoring.
  4. Mini-circoli di filosofia per bambini: Fornire agli studenti un ricco stimolo scritto, come gli estratti dell'eccezionale libro di R.J. Palacio. Meraviglia Poi decidete quali domande suscita il brano e discutetene in cerchio.

Per saperne di più sulla riprogettazione dell'assemblaggio tradizionale, date un'occhiata a questi cinque consigli.

2. Utilizzare il protocollo Harkness sia per gli studenti che per il personale.

Un buon modo per strutturare i colloqui con gli studenti o il personale è quello di utilizzare il protocollo Harkness, che prevede la lettura preliminare di un concetto o di un dilemma particolarmente impegnativo (ad esempio, come possiamo costruire una cultura scolastica innovativa? Perché la guerra fredda non è mai diventata una guerra calda?). I partecipanti arrivano preparati con argomenti e, dopo essersi riscaldati, iniziano un dibattito. Il facilitatore si allontana dalla discussione esegue il discorso - sia la sua distribuzione che il suo legame con la domanda generale. Dopo il dibattito, i partecipanti riassumono le conclusioni usando il vocabolario chiave e il facilitatore condivide meta-riflessioni sulla qualità del discorso, evidenziando se alcuni partecipanti hanno dominato o chi ha fatto riferimento esplicito al testo. Il processo funziona meglio intorno a un tavolo ovale!

Se volete adottare il protocollo Harkness nella vostra scuola, iniziate a lavorare con le materie che traggono vantaggio da questo tipo di conversazione esplorativa. Le materie umanistiche, ad esempio, trattano questioni molto controverse. Per garantire il consenso del personale, discutete in questo modo anche i dilemmi strategici dell'intera scuola. Potete vedere come si presenta il metodo di insegnamento Harkness in matematica, storia e inglese alla Stevenson School.

3. Usare presentazioni di portfolio che esemplifichino storie di apprendimento

Al posto delle tradizionali serate per i genitori, chiediamo agli studenti di presentare dei portfolio di bellissimo lavoro Si tratta di un lavoro che è stato redatto e rielaborato fino a raggiungere gli elevati standard della Scuola 21. Chiediamo inoltre agli studenti di articolare la loro storia di apprendimento rispetto agli attributi della nostra scuola (professionalità, competenza, abilità, scintilla, eloquenza, grinta, umanità e integrità) e di commentare le loro aree di crescita. Una giuria di tre persone - un insegnante, un consulente di orientamento e un genitore - si riunisce per valutare il lavoro svolto.-- Gli studenti presentano due volte all'anno il portfolio dei loro lavori e, al termine di ogni presentazione, ricevono una percentuale che contribuisce al voto finale della mostra entro il 12° anno. Questo processo è ottimo per il discorso riflessivo e aiuta a coinvolgere i genitori nel processo di apprendimento.

Se volete provare questo approccio, ecco come iniziare:

  1. Spiegate ai genitori che le presentazioni del portfolio sono un modo migliore per valutare i progressi del figlio.
  2. Per l'insegnamento dell'oralità nella scuola primaria si veda "Oracy in the Classroom: Strategies for Effective Talk" e per l'insegnamento dell'oralità nella scuola secondaria "Public Speaking: Oracy Skills for the Real World".
  3. Chiedete ai dirigenti scolastici - genitori volontari, membri della comunità e personale della scuola - di far parte delle commissioni. I dirigenti scolastici collaborano con il preside (l'amministrazione) per garantire che il piano strategico della scuola venga attuato. La partecipazione dei dirigenti scolastici (o dei membri della comunità locale) alle commissioni, innalza gli standard degli studenti che presentano.

4. Ogni anno si tengono "Accensioni" di oratoria

Per drammatizzare i momenti di conversazione, ogni anno organizziamo gli Ignites, eventi individuali di public speaking che danno ai ragazzi la possibilità di trovare la propria voce e la fiducia necessaria per imporsi al pubblico. A 11/12 anni (11 e 12 anni), gli studenti si esibiscono in un discorso di cinque minuti, senza note, su un argomento che li appassiona. A 12/13 anni, fanno una ricerca approfondita su un argomento accademico e lo condividono in una conferenza. competenza Ignite A 13/14 anni, gli studenti partecipano a un corso di formazione politica Ignite in cui discutono formalmente di questioni chiave contemporanee utilizzando le regole del dibattito in stile Oxford (ad esempio, "Questo Parlamento ritiene che la Gran Bretagna debba lasciare l'Unione Europea"). A 14/15 anni, gli studenti presentano il lavoro svolto durante il loro Real-World Placement (12 settimane di lavoro con un'azienda o un ente di beneficenza). Ad ogni Ignite, gli studenti devono esibirsi di fronte ad un pubblico numeroso. A 15 anni, cercano di accendere un pubblico di oltre 50 datori di lavoro!

Se volete portare ignites nella vostra scuola, ecco come potete iniziare:

  1. Visitate il sito web di Ignite per trovare idee e risorse.
  2. Iniziate con un gruppo che dura un anno e al quale potete dedicare il tempo necessario per il curriculum.
  3. Collegate le presentazioni alla passione degli studenti prima di passare ad aree più cognitive.
  4. Invitate un pubblico esterno per aumentare lo status degli eventi.

5. Dedicare il tempo del curricolo all'oralità

In programmi di studio affollati questo è sempre difficile, ma con una combinazione di personale proveniente da diverse aree disciplinari (teatro, inglese, storia, ecc.), un paio di periodi a settimana dedicati all'oracy portano a una pratica brillante. Nello specifico, il nostro programma di oracy consiste in due periodi per ogni bambino a 11/12 anni. A 12/13 anni, ogni studente segue un corso di oracy in spagnolo, che tenta di collegare le abilità di conversazione a una nuovaIl contenuto del curriculum coinvolge innanzitutto gli studenti trovare la propria voce comprendendo gli aspetti dell'oralità (cognitivi, linguistici, fisici ed emotivi), padroneggiando l'arte del buon ascolto e cimentandosi nella poesia performativa. Il programma di studi aiuta poi gli studenti a usare la loro voce In ogni caso, gli studenti vengono valutati in base al nostro quadro di riferimento per l'oralità e partecipano a test attentamente studiati per misurare i miglioramenti.

Guarda anche: 20 letture indispensabili per il liceo

Se volete introdurre l'oralità nel vostro programma di studi, ecco come iniziare:

  1. Visitate Voice 21, una risorsa con sede nel Regno Unito per migliorare le capacità oratorie degli studenti, ricca di risorse per la scuola e la classe.
  2. Scoprite come la Scuola 21 integra l'oracy nel suo programma di studi primario e secondario.
Istantanea della scuola

Scuola 21

Gradi dall'infanzia ai 13 anni
Iscrizione
750
Spesa per alunno
Scuola da 8072 dollari
Pranzo gratuito/ridotto
49%
DEMOGRAFIA:
36% Neri 36% Bianchi 28% Asiatici I dati si riferiscono all'anno accademico 2015-2016.

Leslie Miller

Leslie Miller è un'educatrice esperta con oltre 15 anni di esperienza di insegnamento professionale nel campo dell'istruzione. Laureata in Pedagogia, ha insegnato nelle scuole elementari e medie. Leslie è una sostenitrice dell'utilizzo di pratiche basate sull'evidenza nell'istruzione e ama ricercare e implementare nuovi metodi di insegnamento. Crede che ogni bambino meriti un'istruzione di qualità ed è appassionata di trovare modi efficaci per aiutare gli studenti ad avere successo. Nel tempo libero, Leslie ama fare escursioni, leggere e trascorrere del tempo con la famiglia e gli animali domestici.