Raggiungere gli studenti con disturbi emotivi

 Raggiungere gli studenti con disturbi emotivi

Leslie Miller

Nell'Individuals with Disabilities Education Act (IDEA), il termine "disturbo emotivo" comprende sfide significative nel comportamento e nella salute mentale di uno studente. Per i bambini con disturbi emotivi, possiamo generalmente rintracciare una storia di sviluppo in cui l'attaccamento e il legame con un caregiver emotivamente sano sono stati interrotti nelle prime fasi dello sviluppo o un evento traumatico significativo haQuesti giovani hanno creato uno stato cerebrale di sopravvivenza che si è protratto per tutta la loro vita. Questi giovani sono in uno stato di allarme persistente.

Costruire la resilienza

La notizia incoraggiante è che i giovani hanno la capacità innata di riprendersi dalle avversità. È possibile creare un ambiente in cui ci si senta sicuri e connessi, aiutando gli studenti a capire in che modo le emozioni negative dirottano il nostro apprendimento. Attualmente insegno a giovani adolescenti, molti dei quali presentano significative difficoltà emotive e comportamentali. Per facilitare un ambiente prevedibile e coerente, creiamoLinee guida, procedure e sistemi di coinvolgimento della classe, in modo che ogni studente conosca le aspettative e le routine della classe. Ecco quattro strategie che hanno funzionato molto con i miei studenti.

1. Centri di apprendimento basati sul cervello

Nella mia classe, gli studenti possono recarsi in un angolo per ricaricarsi e calmarsi dalle emozioni negative. Questo angolo è chiamato "pronto soccorso dell'amigdala", in quanto l'amigdala è il centro di lotta/fuga/freddo del cervello. Gli studenti che hanno bisogno di un'area tranquilla con tavoli per studiare o per completare il lavoro possono recarsi nell'"area dell'ippocampo", che prende il nome dalla parte del cervello che memorizza e collega le nuove informazioni a quelle già acquisite.Infine, l'"area della corteccia prefrontale" - che prende il nome dal centro del cervello preposto alla risoluzione dei problemi - comprende tavoli e spazi collaborativi per gli studenti pronti a discutere progetti o idee, a guardare documentari e a collaborare. Quando insegniamo agli studenti le funzioni cerebrali e le colleghiamo ad attività specifiche, essi diventano più consapevoli di sé stessi e più fluenti nel loro lavoro.Consultate il mio post "Brain Labs: A Place to Enliven Learning" per trovare una risorsa utile per pensare a come progettare spazi prevedibili e sicuri per imparare, socializzare e ricaricarsi.

2. Note di check-in personalizzate

Se gli studenti si trovano in uno stato cerebrale negativo, dobbiamo regolare i comportamenti prima che si verifichi l'apprendimento. Il modo migliore che ho trovato è quello di occuparmi innanzitutto della loro temperatura emotiva, per far sapere loro che sono presente e disponibile, a prescindere dai comportamenti negativi. Per entrare in contatto e creare coerenza con una serie di studenti diversi, con esigenze diverse, utilizzo i blocchetti per le ricette e i camerieri come un modo diSono particolarmente efficaci per raggiungere quegli studenti che non rispondono alla comunicazione orale. Condividete appunti, piccoli obiettivi, affermazioni e richieste per mantenere collegamenti coerenti e personalizzati. Una volta che il compito o l'obiettivo è stato ordinato e ricevuto, potete creare modi divertenti per effettuare un pagamento o un incentivo.

3. Supporto emotivo strutturato

La "Strategia 2x10", sviluppata dallo psicologo Raymond Wlodkowski, è un'eccellente strategia di allineamento cerebrale da attuare con i nostri studenti più difficili. Per due minuti al giorno, per 10 giorni di fila, gli insegnanti hanno una conversazione personale - scritta o di persona - con uno studente su qualsiasi cosa sia di suo interesse, purché la conversazione sia di buon livello. Wlodkowski ha riscontrato una percentuale dell'85% diInoltre, ha riscontrato un miglioramento del comportamento di tutti gli altri studenti della classe.

4. Diario chiuso a chiave per un'espressione sicura di sé

Quando scriviamo i nostri pensieri e sentimenti, liberiamo spazio nei lobi frontali per le emozioni positive e per i processi cognitivi superiori. Un diario chiuso a chiave può offrire agli studenti un luogo sicuro per liberare l'ansia, mantenendo il controllo sulla propria privacy. Se uno studente sceglie di scrivere o disegnare i propri sentimenti e pensieri attraverso questo formato, discutiamo di come questo diario possa diventare un amico fidato e di come sia possibile che il diario diventi un amico fidato.come potrebbero usarlo per prototipare forme di espressione creativa da condividere nelle circostanze appropriate.

Guarda anche: 56 Esempi di valutazione formativa

Questioni di consegna

Nel lavoro con gli studenti, il vostro metodo di consegna farà una grande differenza. Gli studenti che sono emotivamente chiusi e non rispondono alle parole possono rispondere meglio con appunti scritti. Potete creare dei bigliettini per le indicazioni, le scelte o le spiegazioni e dare agli studenti l'opportunità di scrivere le loro risposte piuttosto che parlare. Ogni comportamento è una comunicazione. Anche se potrei non ricevere una risposta verbale, non posso fare a meno di parlare.risposta di uno studente, continuo a provare con l'opzione di condividere note e lettere.

Quello che imparo ogni giorno, anche come educatore esperto, è che devo regolare i comportamenti prima che si verifichi l'apprendimento, e le strategie di cui sopra mi hanno aiutato immensamente. Gli studenti che lottano contro i disturbi emotivi sono tra i più vulnerabili, ma quando riusciamo a creare un supporto prevedibile e coerente per loro, la loro resilienza interiore può brillare.

Guarda anche: Portare le pratiche riparative nella vostra scuola

Leslie Miller

Leslie Miller è un'educatrice esperta con oltre 15 anni di esperienza di insegnamento professionale nel campo dell'istruzione. Laureata in Pedagogia, ha insegnato nelle scuole elementari e medie. Leslie è una sostenitrice dell'utilizzo di pratiche basate sull'evidenza nell'istruzione e ama ricercare e implementare nuovi metodi di insegnamento. Crede che ogni bambino meriti un'istruzione di qualità ed è appassionata di trovare modi efficaci per aiutare gli studenti ad avere successo. Nel tempo libero, Leslie ama fare escursioni, leggere e trascorrere del tempo con la famiglia e gli animali domestici.