Riconoscere e superare la falsa mentalità di crescita

 Riconoscere e superare la falsa mentalità di crescita

Leslie Miller

Tutti gli educatori hanno a cuore la motivazione dei loro studenti, vogliono che amino l'apprendimento e che siano pieni di risorse e persistenti di fronte alle sfide dell'apprendimento. Non vogliono che i loro studenti si perdano d'animo quando si bloccano, commettono errori o ricevono voti deludenti. In questo contesto, è entrata in scena la mentalità di crescita.

Guarda anche: Celebrare la crescita degli studenti con i dati formativi

La mentalità della crescita è la convinzione di poter sviluppare i propri talenti e le proprie capacità attraverso il duro lavoro, le buone strategie e l'aiuto degli altri. Si contrappone alla mentalità fissa, che è la convinzione che i talenti e le capacità siano tratti inalterabili, che non possono mai essere migliorati. Le ricerche hanno dimostrato (e continuano a dimostrare) che la mentalità della crescita può avere un effetto profondo sugli studenti.motivazione, consentendo loro di concentrarsi sull'apprendimento, di perseverare maggiormente, di imparare di più e di ottenere risultati migliori a scuola. È significativo che quando gli studenti sono insegnato una mentalità di crescita, iniziano a mostrare più di queste qualità.

In genere insegniamo agli studenti la mentalità della crescita attraverso programmi online che dimostrano come il cervello cambia con l'apprendimento (come i neuroni sviluppano connessioni più forti quando gli studenti lavorano su cose difficili e vi si dedicano) e come applicarla al loro lavoro scolastico. Questi programmi contengono anche testimonianze di altri studenti che raccontano come hanno utilizzato la mentalità della crescita per affrontare il loro lavoro scolastico e perlavorare per raggiungere obiettivi significativi nella loro vita.

Sulla scia dei numerosi ed entusiasmanti risultati della ricerca, gli educatori si sono interessati sempre di più alla promozione di una mentalità di crescita tra i loro studenti. Questo è stato estremamente gratificante. Vedere alcuni dei grandi successi ottenuti lo è stato ancora di più. Tuttavia, mi sono lentamente reso conto che non tutti gli educatori hanno compreso appieno il concetto.

Identificare una falsa mentalità di crescita

Tutto è iniziato quando la mia collega australiana Susan Mackie mi ha informato che stava vedendo sempre più spesso falsa mentalità di crescita È qui che gli educatori pensano e fanno ogni sorta di cose che chiamano semplicemente "mentalità di crescita". E poi ho iniziato a notarlo anch'io. Ecco cosa ho visto.

Elogio del solo sforzo

In molti ambienti, la mentalità della crescita si riduceva all'elogio dell'impegno. Sì, il nostro lavoro aveva dimostrato che elogiare gli sforzi degli studenti processo (il loro duro lavoro, le loro strategie, la loro concentrazione e la loro perseveranza) e legarlo alle loro prestazioni, al loro apprendimento o ai loro progressi potrebbe promuovere una mentalità di crescita. Ma nella pratica di molti insegnanti, questa mentalità è diventata avulsa da qualsiasi apprendimento o progresso. "Grande impegno" è diventato il premio di consolazione per i bambini che non stavano imparando. Così proprio gli studenti che avevano più bisogno di imparare a sviluppare le loro capacità erano invecericevendo elogi per il loro sforzo inefficace.

Guarda anche: I comportamenti da tenere e quelli da non tenere per l'insegnamento a chi studia la lingua inglese

Gli insegnanti devono dire la verità: possono riconoscere gli sforzi lodevoli, ma devono anche riconoscere quando gli studenti non imparano in modo efficace, e quindi lavorare con loro per trovare nuove strategie di apprendimento (tra l'altro, esortare gli studenti a impegnarsi al massimo è un'altra pratica inefficace che non insegna una mentalità di crescita).

Dire agli studenti: "Potete fare qualsiasi cosa".

In nome di una mentalità di crescita, agli studenti veniva anche assicurato che erano capaci di qualsiasi cosa Anche se questo può essere vero, il semplice fatto di affermarlo non lo rende tale, soprattutto quando gli studenti non hanno ancora le conoscenze, le competenze, le strategie o le risorse per realizzarlo. Gli educatori competenti stabiliscono standard elevati per gli studenti, ma poi li aiutano a capire come intraprendere il percorso per raggiungere tali standard. Non è una promessa vuota.

Incolpare la mentalità dello studente

Forse la cosa più scoraggiante che ho sentito è che alcuni educatori incolpano la mentalità dei bambini per il loro fallimento nell'apprendimento. Di recente un genitore mi ha scritto una lettera straziante. Sua figlia aveva frequentato una scuola meravigliosa che, utilizzando i principi della mentalità di crescita, la faceva sentire un'allieva efficace, anche quando l'apprendimento avveniva lentamente e con difficoltà. Poi è andata in un'altra scuola,dove i bambini venivano rimproverati e svergognati - in nome di una mentalità di crescita - perché non perseveravano e non imparavano in modo efficace.

È compito dell'educatore creare una classe con mentalità di crescita. Nella sicurezza di queste classi, gli studenti possono iniziare a lasciarsi alle spalle la loro mentalità fissa e provare l'idea di poter sviluppare le proprie capacità. Lo vediamo accadere quando gli insegnanti danno agli studenti:

  • Lavoro significativo
  • Feedback onesto e utile
  • Consigli sulle strategie di apprendimento future
  • Opportunità di rivedere il proprio lavoro e di mostrare il proprio apprendimento.

Superare le minacce percepite

Ma stava accadendo anche qualcos'altro: gli educatori dichiaravano di avere una mentalità di crescita senza aver effettivamente intrapreso quel lungo viaggio, forse un viaggio lungo una vita.

Ci siamo resi conto che ognuno di noi è un misto di entrambe le mentalità: a volte siamo in una mentalità di crescita e a volte siamo innescati in una mentalità fissa da ciò che percepiamo come minacce. Queste possono essere sfide, errori, fallimenti o critiche che minacciano la nostra percezione delle nostre capacità - per esempio, avventurarsi in un territorio sconosciuto con un nuovo metodo di insegnamento, affrontare uno studente chenon è l'apprendimento o il confronto con un educatore più bravo. Siamo ispirati a provare cose nuove o siamo ansiosi o sulla difensiva?

Per lavorare verso una mentalità più orientata alla crescita, dobbiamo osservarci e trovare i nostri fattori scatenanti. Dedicate alcune settimane a notare quando entrate in uno stato più minacciato e difensivo. Non giudicatevi, non combattetelo. Osservate e basta. Poi, come consiglia Susan Mackie, date un nome alla vostra persona con mentalità fissa. Parlatele, chiamandola per nome, quando si presenta. Con il tempo, cercate di reclutarla percollaborare ai vostri obiettivi sfidanti invece di lasciare che vi minino con dubbi e paure.

In conclusione, la ricerca ha rivelato uno strumento in grado di aumentare la motivazione degli studenti. È uno dei pochi strumenti che è stato ripetutamente convalidato da una ricerca rigorosa, ma per essere efficace questo strumento deve essere compreso e utilizzato correttamente. La nostra ricerca è ora dedicata a scoprire come gli educatori possono instillare una mentalità di crescita in modo più efficace, perché questa è la nostra massima priorità.

Leslie Miller

Leslie Miller è un'educatrice esperta con oltre 15 anni di esperienza di insegnamento professionale nel campo dell'istruzione. Laureata in Pedagogia, ha insegnato nelle scuole elementari e medie. Leslie è una sostenitrice dell'utilizzo di pratiche basate sull'evidenza nell'istruzione e ama ricercare e implementare nuovi metodi di insegnamento. Crede che ogni bambino meriti un'istruzione di qualità ed è appassionata di trovare modi efficaci per aiutare gli studenti ad avere successo. Nel tempo libero, Leslie ama fare escursioni, leggere e trascorrere del tempo con la famiglia e gli animali domestici.