Utilizzare il metodo socratico in classe

 Utilizzare il metodo socratico in classe

Leslie Miller

Dopo cinque anni di assenza dalle aule, sono tornata nel mio attuale distretto, insegnando Storia degli Stati Uniti AP a un gruppo di studenti del secondo anno. Il corso fa parte di un'iniziativa più ampia che prevede che gli studenti delle nostre scuole superiori abbiano l'opportunità di diplomarsi sia con il diploma di scuola superiore che con un diploma associato presso un'università locale. Il mio ruolo è quello di utilizzare Storia AP come veicolo per preparare gli studentiper leggere testi di livello universitario e fornire analisi.

Naturalmente, preparo i miei studenti facendo loro leggere testi di storia degli Stati Uniti di livello universitario come parte del loro lavoro in classe. Fortunatamente, non ho genitori che chiedono ai miei studenti di non conoscere alcune verità del passato degli Stati Uniti.

Infatti, nello stato del New Jersey, le scuole pubbliche sono tenute a insegnare i risultati e i contributi dei neri nella storia americana. Nella mia classe, abbiamo appena terminato Una storia afroamericana e latinoamericana degli Stati Uniti , di Paul Ortiz, e cominceremo Il colore della legge: una storia dimenticata su come il nostro governo ha segregato l'America, Inoltre, abbiamo letto e continueremo a leggere articoli di riviste specializzate sulla storia degli Stati Uniti.

Cosa significa sperimentare il metodo socratico

Eccitata dall'idea di tornare a insegnare, ho ripensato al mio periodo da studentessa e mi sono chiesta cosa mi spingesse a completare le letture assegnate per essere pronta per la lezione. La mia mente mi ha riportato al mio breve periodo da studentessa di legge.

Ricordo la prima volta che mi sono seduto in aula per il mio corso di procedura civile. Non avevo letto tutte le letture assegnate prima della lezione, ma pensavo che avrei potuto cavarmela quel giorno e poi prepararmi a rispondere alle domande della lezione successiva. Questo fino a quando non ho visto il professore chiamare gli studenti a caso, sparando domande su domande. C'era un metodo nella sua follia.In effetti, un Socratico metodo alla sua follia.

Per due lezioni sono riuscita a non essere chiamata in causa. La terza lezione è stata il mio turno e, sebbene fossi ancora nervosa, sono stata in grado di impegnarmi perché avevo letto bene. Non ho azzeccato tutte le domande, ma ho combattuto. Lo stesso accadrà agli studenti delle superiori quando si impegneranno nell'apprendimento socratico.

Far interagire gli studenti con il testo

Il metodo socratico è una tattica di insegnamento in cui le domande vengono poste continuamente fino a quando lo studente non dà una risposta o un ragionamento sbagliato o l'insegnante non è soddisfatto delle risposte dello studente. Le scuole di giurisprudenza di solito impiegano questa tattica per sviluppare le capacità di pensiero critico negli studenti, per migliorare il loro pensiero intellettuale sulla legge. Per quanto mi riguarda, tutto ciò che ha fatto è stato spaventare a morte gli studenti.Ma ha fatto anche qualcos'altro: mi ha costretto non solo a leggere, ma anche a interagire con ciò che leggevo.

Questo è ciò che speravo accadesse ai miei studenti.

Il primo giorno in cui ho interrogato degli studenti a caso, uno dietro l'altro, erano terrorizzati. Proprio come alla facoltà di legge, ho permesso loro di avere a disposizione le loro letture e i loro appunti come riferimento, e ho posto loro domande e sondato le motivazioni. Erano spaventati. Alcuni ragazzi erano visibilmente ansiosi, e lo stress per alcuni è diventato eccessivo. Abbiamo fatto una pausa. Ho detto ai miei studenti di fare un respiro.

Ho spiegato loro che questo metodo è stressante e li ho anche avvertiti che alcuni usano questa tecnica didattica in modi irrispettosi, dannosi e ingiusti. Tuttavia, ho assicurato loro che la nostra classe era un campo di addestramento per lo stile rigoroso di insegnamento e la natura esigente dell'esegesi testuale che avrebbero sperimentato oltre la scuola superiore.

Ho anche detto loro che ritenevo che fossero più che capaci di mostrare ciò che sapevano. A quel punto i miei studenti si sono tranquillizzati e abbiamo continuato. La settimana successiva, gli studenti erano più preparati: avevano i loro appunti, i loro libri erano evidenziati e si aspettavano di essere chiamati in causa.

Ero orgogliosa, ma li ho avvertiti che lo scopo della lettura è quello di impegnarsi con il testo non solo per apprendere le informazioni, ma anche per analizzarle in modo da informare la loro analisi dei tempi moderni. Ho detto loro che lo scopo non è quello di avere le risposte, ma di avere un'analisi. Quindi, mescolo domande basate sui fatti con domande che richiedono loro di analizzare ciò che hanno letto.

Come hanno reagito? Ad alcuni piace, ad altri non tanto. Ma quando iniziamo, tutti i miei studenti sono pronti. Sono pronti ora e quando entrano in qualsiasi stanza. Se e quando la gente metterà in discussione le loro idee, la loro intelligenza o la loro umanità... saranno pronti anche allora.

10 linee guida da tenere a mente

Non proverei questo metodo con classi inferiori alla terza media, in quanto può essere molto intenso. Tuttavia, se volete utilizzarlo in classe, ecco alcuni semplici consigli su come iniziare:

1. Preparate gli studenti istruendoli su cosa sia il metodo socratico, sul motivo e sull'intenzione di utilizzarlo e su come si strutturerà la lezione quando lo utilizzerete.

2. Permettete agli studenti di avere tutti gli appunti e i testi sul banco per aiutarli quando viene loro posta una serie di domande.

3. Insistete sul fatto che gli studenti tengano le mani basse e che chiamerete chi volete a rispondere a una domanda.

Guarda anche: I vantaggi dell'insegnamento dei dilemmi etici

4. Assicuratevi di mantenere un tono molto diretto e serio. Questa attività è seria e il vostro comportamento deve comunicarlo agli studenti.

5. Tenete un foglio con i punteggi per tenere traccia di chi è stato chiamato e ha risposto correttamente alle domande. Questo vi aiuterà a tenere traccia di chi chiamare dopo, di chi tornare e di quante domande ogni studente ha risposto correttamente e/o in modo errato.

6. Fate un misto di domande basate sui fatti e domande che analizzano una citazione del testo o un concetto raccolto attraverso lo studio del testo.

Guarda anche: Perché l'apprendimento basato su progetti è importante?

7. Camminare per la stanza: non solo si utilizza la prossimità, ma la vicinanza a uno studente dà l'impressione che si sia pronti a chiamarlo. Questo aiuta a garantire che sia concentrato e impegnato nell'attività.

8. Non lasciatevi turbare dal silenzio di uno studente che si affanna a cercare la risposta. Non correte a chiamare un altro studente o ad aiutarlo. Lasciate che viva il disagio del momento mentre aspettate pazientemente che risponda alla domanda. Se ci mette troppo tempo (più di 20 secondi), chiamate un altro studente a rispondere e tornate dallo studente precedente con un'altra domanda.

9. Se uno studente risponde correttamente, è lecito fargli altre domande per vedere se può continuare a farlo. Dopo cinque-sette risposte corrette (questo è il mio numero, ma potete farne di meno a seconda del vostro livello e del rigore delle domande), potete passare a un altro studente. È anche lecito tornare da quello studente dopo che un altro ha risposto.

10. Se uno studente si sbaglia su una risposta basata su un dato di fatto, ditelo direttamente. Se l'analisi di una citazione o di un concetto da parte di uno studente manca di profondità, di una spiegazione dettagliata di ciò che ha letto e di un'interpretazione del suo significato e della sua importanza, interrogatelo ulteriormente per spiegare o disfare il suo pensiero.

Leslie Miller

Leslie Miller è un'educatrice esperta con oltre 15 anni di esperienza di insegnamento professionale nel campo dell'istruzione. Laureata in Pedagogia, ha insegnato nelle scuole elementari e medie. Leslie è una sostenitrice dell'utilizzo di pratiche basate sull'evidenza nell'istruzione e ama ricercare e implementare nuovi metodi di insegnamento. Crede che ogni bambino meriti un'istruzione di qualità ed è appassionata di trovare modi efficaci per aiutare gli studenti ad avere successo. Nel tempo libero, Leslie ama fare escursioni, leggere e trascorrere del tempo con la famiglia e gli animali domestici.